Il giorno dei libri viventi

15 Maggio 2014

UDINE. Saranno oltre 300 gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Udine che venerdì 16 maggio, dalle 10 alle 12.30, nell’ambito del Festival di Vicino/Lontano, animeranno piazza Venerio (Loggia San Giovanni in caso di pioggia), con la terza edizione della Biblioteca dei libri viventi.

biblioteca_vivente_2L’iniziativa ideata e realizzata dalla Cooperativa Damatrà, in collaborazione con il Comune di Udine, la Biblioteca Civica Vincenzo Joppi- Sezione moderna, le librerie Odòs, Pecora nera, Kobo Shop, il Servizio Giovani della Regione Fvg, rappresenta la tappa finale del progetto regionale di promozione alla lettura Youngster, che tra i suoi obiettivi principali si propone di diffondere la cultura del libro e la cittadinanza attiva tra le nuove generazioni attraverso l’interazione con i presidi culturali territoriali e i servizi educativi dedicati ai giovani.

“In particolare – spiega Ornella Luppi della Cooperativa Damatrà – quella di domani, sarà un iniziativa del tutto singolare che vedrà gli studenti del Marinelli, Bertoni, Sello, trasformarsi in veri e propri libri viventi, mentre quelli dell’ Enaip, Percoto, Zanon, in lettori ed ascoltatori”. La Biblioteca dei libri viventi, infatti, è come una biblioteca vera con lettori, bibliotecari e un catalogo di libri, ma i libri sono rappresentati dai ragazzi in carne ed ossa che si raccontano, ognuno a suo modo, in alcuni minuti, ai lettori-passanti che li chiedono “a prestito”, seduti ai tavolini, in mezzo alla piazza cittadina.

biblioteca_vivente_8Speciale, in questa edizione, sarà la dedica a Federico Tavan, il poeta friulano di Andreis che il Festival di Vicino/Lontano ha voluto onorare con la speciale mostra fotografica realizzata da Danilo De Marco a Palazzo Morpurgo in Comune a Udine. In piazza, seduti ai tavolini, a fianco agli studenti, ci saranno infatti alcuni testimonial d’eccezione quali Paolo Medeossi, giornalista del Messaggero Veneto; Benedetto Parisi, regista e storico; Federico Pirone, Assessore alla cultura del Comune di Udine, ed alcuni amici di Federico, che, per l’occasione, attraverso il racconto dell’uomo, avvicineranno lo sguardo dei giovani e dei tanti passanti alla poetica e alla poesia di Tavan. Agli studenti saranno inoltre offerti, grazie alla collaborazione con i panificatori di Confcommercio Udine, dei sacchetti di pane con le poesie di Tavan.

Alternandosi tra libri e lettori, le classi coinvolte, durante l’arco della mattina visiteranno inoltre le librerie La Pecora Nera, Kobo Shop, Odòs, dove sono previste alcune attività sempre legate ai libri, e, alcune delle mostre ospitate dal Festival: La nâf spaziâl, omaggio a Tavan di Danilo De Marco, a palazzo Morpurgo; Vajont, l’onda lunga, foto di Andrea Bernardis al Visionario; Mali, Point de Vue, da Copetti Antiquari; il Premio giornalistico Marco Lucchetta al Mercato del pesce.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!