Il futuro secondo Vespa

8 Agosto 2013

CORTINA D’AMPEZZO. Il 22 aprile 2013 sarà ricordato nella storia repubblicana come il giorno in cui Giorgio Napolitano ha giurato di nuovo come Presidente. Il doppio mandato è una novità istituzionale che segnala tutta l’eccezionalità del tempo che stiamo vivendo. Ma che cosa è lecito aspettarsi dal futuro? Bruno Vespa sarà ospite di UNA MONTAGNA DI LIBRI, la rassegna protagonista della stagione letteraria di Cortina d’Ampezzo, venerdì 9 agosto 2013, alle 18, al Miramonti Majestic G.H. di Cortina. Un servizio navetta collegherà l’hotel con Piazza Roma, in centro a Cortina.

Una conversazione sull’Italia che si prepara all’autunno, traghettata dal governo Letta. Con un giornalista che più di chiunque altro sa descrivere i rivoli e i retroscena della nostra politica. E che conosce bene sia l’attuale presidente del Consiglio che lo zio Gianni, grande artefice del berlusconismo istituzionalizzato. Un appuntamento organizzato in collaborazione con Claudio Cutuli.

BRUNO VESPA laureato in giurisprudenza, nel 1968 si è classificato al primo posto in un concorso nazionale per radiotelecronisti ed è stato assegnato al telegiornale. Dal 1990 al 1993 ha diretto il Tg1. Dal 1996 la sua trasmissione “Porta a porta” è il programma di politica, attualità e costume più seguito. Tra le pubblicazioni: Telecamera con vista (1993), Il duello (1995), La svolta (1996), La corsa (1998), Scontro finale (2000), Rai, la grande guerra (2002), La Grande Muraglia (2002), Il Cavaliere e il Professore (2003), Vincitori e vinti (2005), L’Italia spezzata (2006), L’amore e il potere (2007), Viaggio in un’Italia diversa (2008), Donne di cuori (2009), Il cuore e la spada (2010), Questo amore (2011).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!