Il Friuli, com’è cambiato

25 Novembre 2014

FAGAGNA. Giovedì 27 novembre (ore 20.45) a Cjase di Catine di Villalta, ultima serata della rassegna LIBERE DI RACCONTARE dal titolo UDINE E FRIULI “Studà la lùs e impià lis stelis”, immagini affettive di stagioni e tempi, in un documentario a cura di Giovanna Zorzenon.

L’opera è stata realizzata con riprese che vanno dal 2008 ad oggi. Sono luoghi visitati in momenti successivi, che puntualizzano il cambiamento verificatosi in città, in campagna, in ogni luogo anche spesso frequentato, ma senza grande attenzione. Ad intercalare il racconto che rappresenta le quattro stagioni, quattro personaggi che hanno vissuto – o che vivono – continuando delle tradizioni “lavorative” sempre più infrequenti – se non del tutto scomparse – che con il loro raccontarsi continuano ad avere la dimensione dell’importanza originaria.

L’Associazione “ilariavalliproduzioni” è ufficialmente costituita dal 2007. La produzione si è concretizzata con fiction e documentari legati al territorio del Friuli con particolare attenzione ai suoi aspetti linguistici e sociali. Capisaldi della produzione sono: Giovanna Zorzenon che si occupa e produce nel mondo dell’arte – regia, direttore della fotografia, ripresa, montaggio; Claudio Parrino – colonna sonora, studio di registrazione doppiaggio e montaggio del suono; Ivolina Tentor – friulanista e ricercatrice delle tradizioni locali; Cesare Bellafronte – fotografo, color correction, montaggio, ripresa.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!