Il Duce teme Balbo…

26 Febbraio 2014

CORTINA. Ottant’anni da un sogno. Nel 1933 la leggendaria “trasvolata” di Italo Balbo sull’Atlantico, che emozionò l’Italia e il mondo. Poco più di ottant’anni dopo, sarà Giordano Bruno Guerri a raccontare con la competenza dello storico quell’impresa straordinaria a UNA MONTAGNA DI LIBRI, la rassegna protagonista della stagione letteraria di Cortina d’Ampezzo. Appuntamento giovedì 27 febbraio, alle ore 18, al Palazzo delle Poste di Cortina, Sala Cultura. Una conversazione con Beppe Gioia. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Giordano Bruno GuerriGIORDANO BRUNO GUERRI ha diretto «Storia illustrata» e «L’indipendente» ed è stato direttore editoriale Mondadori. Insegna Storia contemporanea all’Università Marconi di Roma, è presidente della Fondazione Vittoriale degli Italiani e opinionista del «Giornale». Con Mondadori ha pubblicato, tra gli altri: L’Arcitaliano. Vita di Curzio Malaparte (1991), Gli italiani sotto la Chiesa (1992), Fascisti (1995), Giuseppe Bottai, fascista (1996), Italo Balbo (1998), Galeazzo Ciano (2001), Rapporto al duce (2002), Un amore fascista. Benito, Edda e Galeazzo (2005), D’Annunzio. L’amante guerriero (2008), Filippo Tommaso Marinetti (2009), Il sangue del Sud (2010), Il bosco nel cuore (2011).

italobalbo_cover_SmallIL LIBRO. Italo Balbo (Bompiani). Italo Balbo sorvolò l’oceano per portare in terra americana il mito di un’Italia giovane e ardita, la fascinazione per la modernità, la propria immensa popolarità. Balbo, racconta Giordano Bruno Guerri, fu uno degli uomini più importanti del fascismo, fondatore e ministro dell’Aeronautica Militare, ma fu anche un acceso filoamericano, avverso a Hitler. Rinchiuso nella “gabbia dorata” di governatore della Libia, Balbo morì ucciso per errore dalla contraerea italiana. Si disse che a dare l’ordine di eliminarlo sia stato il Duce, invidioso: non è vero, spiega Guerri, ma è vero che Balbo era l’unico dei gerarchi temuto da Mussolini.

Prossimo incontr di Una Montagna di Libri è per Sabato 1 marzo, alle ore 17. Eugenio Scalfari presenta “L’amore, la sfida, il destino”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!