Il Che, Gino e la revolucion

12 Dicembre 2013
Gino Donè

Gino Donè

PORDENONE. Si concluderà venerdì 13 dicembre alle 18 con un incontro dedicato a “Gino Donè, l’italiano del Granma” condotto da Roberto Massari, il ciclo di appuntamenti di approfondimento legati alla mostra ¡Mira Cuba! negli Spazi espositivi di Via Bertossi. A introdurre il relatore Roberto Massari, sarà Fabio De Cassan dell’associazione Italia Cuba Circolo Tommasi di Venezia

Roberto Massari scrittore e fondatore dell’omonima casa editrice, tra i maggiori studiosi di Guevara, promotore della “Fondazione Ernesto Che Guevara”

L'abbraccio tra Gino Donè e Fidel Castro

L’abbraccio tra Gino Donè e Fidel Castro

presenterà il volume di Katia Sassoni su Gino Donè, unico italiano ed europeo a partecipare alla spedizione dello Granma alla fine del 1956, atto iniziale della Rivoluzione cubana, accanto a Fidel Castro, Camilo Cienfuegos, ed Ernesto “Che” Guevara. E proprio al Che salvò la vita, aiutandolo a districarsi dal groviglio delle mangrovie sotto il fuoco dell’aviazione batistiana. Anche Gino si salvò e poté prendere parte alla Rivoluzione. L’incontro è realizzato in collaborazione con la libreria Quo Vadis e l’associazione culturale Bottega Errante.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!