Il benvenuto alla Croazia

19 Maggio 2013

CIVIDALE. Sarà un evento di particolare significato simbolico e di grande impatto visivo a segnare la prima serata di Mittelfest 2013, in programma dal 12 al 20 luglio a Cividale, oltre che in altre località del Friuli Venezia Giulia, sotto la direzione generale di Antonio Devetag. In occasione dell’ingresso della Croazia nell’Unione Europea, fissato per il 1 luglio di quest’anno, la 22.ma edizione del festival della Mitteleuropa dà il benvenuto al ventottesimo membro della UE con un omaggio alla Repubblica di Croazia dove spicca la coproduzione tra Croazia, Italia e Slovenia “Michelangelo”, che unisce gli sforzi produttivi del Teatro nazionale croato di Zagabria, con Mittelfest, il Festival Ljubljana 2013 e Pandur.Theaters. Nella serata di venerdì 12 luglio, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, che collabora alla produzione, ospiterà la prima assoluta di questo importante evento culturale e spettacolare firmato da un regista ardito e visionario come Tomaž Pandur che ha forgiato per la scena la scrittura del più importante drammaturgo croato del Novecento, Miroslav Krleža (1938 – 1981) autore di “Michelangelo Buonarroti”.

La prima mondiale dello spettacolo, oltre che l’articolato omaggio alla Croazia e alcuni elementi caratterizzanti del cartellone 2013 di Mittelfest, sono stati presentati in una conferenza stampa a Zagabria nel foyer del Teatro nazionale Croato, alla presenza del direttore del festival Antonio Devetag, il Direttore del Teatro nazionale croato Ana Lederer e il regista Tomaz Pandur.

“Mittelfest è da più di vent’anni il vero ponte tra l’area culturale mitteleuropea, l’Italia e la nostra regione – ha spiegato Devetag – e quest’anno questa vocazione sarà più che confermata dagli interessantissimi e spettacolari focus sulla Croazia e sull’Ungheria, dopo il successo dell’edizione 2012 dedicata alla Repubblica Ceca. La cultura abbatte tutte le frontiere e l’amicizia e la disponibilità con cui sono state accolte le proposte di Mittelfest in questi paesi confermano ancora una volta il prestigio internazionale conquistato dal milieu culturale del Friuli Venezia Giulia grazie anche a questo Festival nato all’indomani del crollo della Cortina di Ferro.”

Il Michelangelo di Pandur – con drammaturgia firmata da Livija Pandur – reinterpreta i toni forti di Krleža che narra la vita tormentata del maestro rinascimentale impegnato a realizzare gli affreschi del Dies Irae della Cappella Sistina che rappresentano, attraverso la sua straordinaria arte, un mondo che si sta sgretolando. Lo spettacolo, però, si trasferisce anche in un piano di grande impatto emotivo che proietta il testo in una dimensione ricca di tensioni contemporanee, volte ad evidenziare la dialettica fra arte, storia e vita. Una lettura affascinante che riesce a domare il flusso delle voci che imperversa nel testo del drammaturgo croato, conforme per molti aspetti, all’arte del cinema. Il dramma è infatti incentrato su una mattina d’estate nella Sistina mentre Michelangelo, dipingendo il Giudizio Universale, combatte senza sosta con le sue visioni, nell’eterna lotta tra il Male e il Bene tra il Supremo e Lucifero. La figura del grande artista tratteggiata dal regista sloveno diventa il simbolo per la ricerca dell’Uomo Nuovo, universale e finalmente libero, non più legato dalle apparenze del tempo e dello spazio. Krleža in Michelangelo Buonarroti espone la tesi che l’uomo ha creato Dio, e non il contrario. Attraverso la creazione degli affreschi della Cappella Sistina, Pandur ci offre il dramma dell’artista la sua lotta con gli elementi, il caos della materia, il mondo esterno e con se stesso, in un turbinio di visioni superbamente rese sul palco da scene di indimenticabile forza e suggestione, cui del resto Pandur, con il suo Caligola e il suo Inferno, ci ha da tempo abituati. Il progetto prevede una scenografia di per sé spettacolare con soluzioni sceniche assolutamente fantasiose e affascinanti.

Il cast dello spettacolo unirà in scena alcuni tra i migliori attori di Croazia e Slovenia. Protagonista è l’attore Livio Badurina nel ruolo di Michelangelo, affiancato da Alma Prica, Iva Mihalić, Ivana Boban, Damir Markovina, Kristijan Potočki, Andrej Dojkić, Tomislav Krstanović, Romano Nikolić, Ivan Ožegović, Adrian Pezdirc, Jure Radnić.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!