Il Barocco musicale a Sacile

2 Novembre 2013
Simone Vallerotonda

Simone Vallerotonda

SACILE. Novembre nel segno del Barocco a Sacile, con l’atteso appuntamento musicale dei Seminari Internazionali promossi dall’Associazione Barocco Europeo in sinergia con Comune, Regione e Provincia di Pordenone e col supporto della Fondazione Crup insieme alla BCC Pordenonese e al marchio Italiana Assicurazioni. Un intero week-end di lezioni, stage, concerti, masterclass animerà la città del Livenza dal 7 al 10 novembre, con la novità dell’abbinamento Note e Sapori in occasione degli eventi del Festival MusicAntica, che farà risuonare le storiche sale di Palazzo Ragazzoni con la presenza di grandi Maestri: Alessandro Ciccolini per le lezioni di violino barocco, Edward Smith per gli approfondimenti sul repertorio per gli strumenti a tastiera, quest’anno dedicato ai Virginalisti inglesi, e la rinnovata presenza di Sara Mingardo, celebre contralto e richiestissima insegnante, da qualche anno gradita ospite dei Seminari liventini.

Mentre allievi provenienti dall’Italia e dall’estero si preparano a seguire le lezioni di alto perfezionamento loro dedicate, con posti limitati messi a bando sulla base del curriculum artistico e dello specifico interesse nel repertorio antico dei candidati, il pubblico potrà seguire gli appuntamenti del Festival in quattro momenti musicali di grande interesse ed originalità: si comincia giovedì 7 novembre alle 20.30 con un concerto tutto dedicato al violoncello, su partiture di autori del tempo di Arcangelo Corelli (1653-1713), di cui ricorre quest’anno il Terzo Centenario della morte. Ciò che sarà messo in luce grazie all’arte del solista Gioele Gusberti, spesso presente nei concerti del Cenacolo Musicale, ensemble cameristico del Barocco Europeo, sarà una sorta di affresco sonoro dell’elegantissima produzione dell’Emilia del XVII secolo, ovvero i frutti più alti raggiunti nell’area in cui gli studiosi collocano la culla del repertorio per violoncello a solo, con brani di Giovanbattista degli Antonii, Domenico Gabrielli, Giovanni Battista Vitali, Domenico Galli.

Seguirà venerdì 8 novembre, ancora alle 20.30, un’originale serata di musica per tiorba e chitarra spagnuola con uno degli esponenti attualmente più acclamati di questo repertorio, Simone Vallerotonda, che sarà ospite a Sacile grazie alla recente collaborazione stretta con il Festival barocco di Viterbo. Romano, classe 1983, Vallerotonda ha già al suo attivo un curruculum di grande respiro, perfezionato su liuto, tiorba e chitarra barocca grazie a Maestri come Andrea Damiani presso il Conservatorio di Santa Cecilia e Rolf Lislevand ella Staatliche Hochschule für Musik di Trossingen. Altrettanto prestigiosa la lista delle sue collaborazioni per concerti, registrazioni e produzioni discografiche (Rai, BBC, France Musique, Sony, Virgin…), che lo collocano al centro della scena europea per quanto riguarda questo affascinante ambito della musica antica. Il concerto “Luci e ombre sonore” lo porterà ad esplorare pagine di vari autori dal Cinque al Settecento scritte per tiorba o chitarra spagnola, strumenti l’uno dal registro grave e profondo, l’altro di acuta brillantezza, in un gioco immaginario di chiarezza ed oscurità.

Sabato 9 novembre l’appuntamento sarà alle 18.30 con la lezione-concerto del cembalista Edward Smith dedicata alla produzione dei “Virginalisti” inglesi del XVI e XVII secolo, ai quali si devono numerose partiture dedicate a strumenti allora particolarmente in voga presso la corte e gli eruditi dell’epoca, dalle stanze di Enrico VIII agli spartiti di Purcell. Gran finale domenica 10 novembre, sempre alle 18.30, quando l’ensemble del Cenacolo Musicale accompagnerà gli allievi delle classi di violino e di canto barocco, insieme ai Maestri Alessandro Ciccolini e Sara Mingardo, nel concerto conclusivo dei Seminari dal titolo “D’Arcadia il Canto”. Cantate e duetti di Benedetto Marcello e pagine di Corelli, che da membro dell’Arcadia aveva assunto il nome di “Arcomelo Arimanteo”, saranno il punto di partenza per un viaggio alla scoperta di paesaggi sonori di rara intensità. Ghiotta novità di questa edizione, la degustazione di eccellenze eno-gastronomiche del territorio che chiuderà gli appuntamenti musicali, in un percorso ideale tra Note e Sapori.

Tutti i concerti saranno proposti ad ingresso libero. Per informazioni: tel. 0434 734810 – 340 2802836; web: www.barocco-europeo.org

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!