Il 1° maggio immersi nell’arte o nella natura a Villa Manin

30 Aprile 2015

CODROIPO. Il 1° maggio a Villa Manin le mostre Avanguardia Russa (1910 – 1930) e Moroso Concept per l’arte contemporanea saranno aperte dalle ore 10 alle ore 19 e durante il fine settimana proseguiranno con la normale programmazione. Due importanti esposizioni in un unico complesso accompagneranno il visitatore in epoche e luoghi estremamente diversi tra loro.

La grande mostra Avanguardia Russa (1910 – 1930) situata nel corpo centrale, presenta un percorso espositivo che si dispiega lungo 19 sale attraverso le quali si possono ammirare più di 300 capolavori dalla collezione Costakis provenienti dal Museo statale di arte contemporanea di Salonicco. Dipinti, gouaches, acquarelli, lavori d’arte applicata dei principali protagonisti di quella stagione, documenti e un nucleo importante di disegni sull’architettura costruttivista. La complessa personalità artistica di Aleksandr Rodčenko (1891-1956) rende possibile una significativa integrazione con un’altra affascinante esposizione curata da Ol’ga Sviblova – allestita in contemporanea al piano superiore della Villa – focalizzata sulla rivoluzionaria produzione fotografica dell’artista russo, che dal 1924 abbandonò la pittura per dedicarsi totalmente a questa forma d’arte, che fu capace di innovare profondamente. Circa 100 immagini dell’artista tra fotografie originali, collage, fotomontaggi e pubblicità.

Anche il 1° maggio, sarà dunque possibile immergersi appieno in quella formidabile stagione di sperimentazioni, rivoluzioni, confronti con le nuove tecnologie e con i ritmi della modernità – una stagione di dialogo tra arte, artigianato, spettacolo e nascente fotografia – con due mostre che insieme danno vita a un evento eccezionale.

Per uno sguardo rivolto alla contemporaneità e all’insegna delle nuove tendenze artistiche, del design e dell’architettura, sarà aperta al pubblico venerdì e durante tutto il fine settimana, con ingresso gratuito, anche Moroso concept per l’arte contemporanea.
La mostra, allestita presso l’Esedra di levante, sarà visitabile dalle ore 10 alle ore 19 e ospiterà le opere dei 12 finalisti del premio Moroso tra i quali sono stati scelti i 3 artisti vincitori dell’edizione 2015: Alessandro Agudio, Giulio Delvé e Namsal Siedlecki.
Nato da un’idea di Andrea Bruciati il premio si evolve in Moroso Concept che desidera indagare le affinità e i codici che avvicinano il design, l’architettura e l’arte, in quanto azienda storicamente votata alla ricerca e alla sperimentazione. L’iniziativa, infatti, conferma il suo intento di documentare, valorizzare e sostenere gli artisti under 45 che operano in Italia costituendosi quale cantiere concreto di produzione e promozione delle istanze legate alla stretta contemporaneità. Ai tre vincitori è stata offerta la possibilità di realizzare il proprio progetto site-specific presso gli showroom Moroso.

Sarà possibile, infine, visitare con ingresso gratuito, la mostra fotografica dell’artista Ferruccio Carassale, Trasparenze prorogata fino al 24 maggio 2015 e aperta dalle ore 10 alle ore 19 presso la barchessa di Levante di Villa Manin. La ricerca visiva dell’artista gioca sulla labilità dei vetri, nella loro capacità di diluizione e di trasparenza, dietro cui si cela l’effimera vita delle rose, intese entrambi come materia, natura ed arte.

Oltre alle mostre, sarà possibile inoltre, visitare gratuitamente il parco della Villa, diciotto ettari di un giardino storico tra i più importanti del Friuli Venezia Giulia che resteranno aperti al pubblico dalle ore 9 alle ore 19 durante tutto il fine settimana.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!