I più fedeli interpreti della musica di Zoltan Kodaly

14 Marzo 2015

UDINE. Protagonista indiscusso dell’ottavo appuntamento della 93a Stagione Concertistica degli Amici della Musica, sarà lo storico Quartetto Kodály di Budapest. Lunedì 16 marzo alle 20.30 al Teatro Palamostre il quartetto d’archi proporrà un programma che spazia dalla grande tradizione ungherese con le musiche di Zoltán Kodály: Serenade e di Ernst von Dohnányi: String Quartet No. 2 in re bemolle maggiore op. 15, ai grandi classici con le opere di Bach-Mozart: 4 Preludium and Fuga K.404/a e Beethoven: String Quartet in do maggiore op. 59 No. 3.

Quartetto Kodaly - concerto 16 marzo 2015 AdM (1)Fondato nel 1966 da quattro studenti della Franz Liszt Academy di Budapest come una continuazione della tradizione ungherese del quartetto d’archi, nel 1971 prende il nome di “Kodály Quartet”, in onore dell’eccezionale compositore ungherese del ventesimo secolo, delle cui opere il Quartetto vuol dare un’interpretazione autentica. Il loro repertorio comprende non solo le opere di Kodály, ma anche quelle di tutti i maggiori compositori ungheresi (Bartók, Dohnányi, Kurtág, Ligeti), così come i compositori classici e, negli ultimi anni, anche prime esecuzioni di pezzi contemporanei ungheresi, tra cui diverse opere a loro dedicate.

L’ensemble raggiunge i vertici del concertismo internazionale esibendosi in Europa, nelle Americhe, in Canada, Messico Asia, Australia e Nuova Zelanda, partecipando ai più prestigiosi festival internazionali e suonando con i più grandi musicisti: Bruno Canino, Milan Turkovic, Miklós Perényi, Zoltán Kocsis, Michel Portal, Dimitry Ashkenazy, Michel Béroff, Jeremy Menuhin, Tamás Vásáry, Jeno Jando e Dimitris Sgouros. Nel 1994 la rivista inglese Classic CD assegna al Quartetto il primo premio nella categoria Musica da Camera per le incisioni di Haydn op.64. Nel 2007, la BBC nomina la registrazione di Mendelssohn e gli ottetti Bruch come “miglior disco di Musica da Camera dell’anno”. Nel 1990 il governo ungherese assegna il premio Outstanding Artist e nel 1996 il Premio Bartók-Pasztory.

I biglietti sono disponibili presso la biglietteria del Teatro Palamostre un’ora prima del concerto. Anche lunedì 16 marzo sarà presente un servizio notturno di autobus che partirà dal Palamostre e permetterà al pubblico di raggiungere la propria abitazione con fermata a richiesta. Info: www.amicimusica.ud.it

Condividi questo articolo!