Giovedì a tutto jazz

4 Luglio 2012

PORDENONE. Sarà un giovedì ricco di appuntamenti quello dell’Estate in Città a Pordenone, il 5 luglio, tra eventi e negozi aperti fino alle 23, con il servizio ludoteca attivato in Biblioteca da Sviluppo e Territorio dalle 20 alle 22.30 e gara di briscola aperta a tutti in piazzetta Freschi a cura di Noi di via Cavallotti. Protagonista in particolare di questo giovedì sarà il Museo di Storia Naturale dove è in corso la mostra fotografica Sotto il livello del mare, che non solo terrà aperto fino alle 22, ma nel pomeriggio (dalle 17) ospiterà una delle novità dell’Estate in Città: Che Teatro di Museo! Un originalissimo laboratorio teatrale per ragazzi condotto da EtaBeta Teatro che unisce le tecniche del teatro comico e clownesco ai temi ambientali e naturalistici collegati al museo. Info e iscrizioni: 0434.392950 o 333.6785485.

Tutti i giovedì di luglio sarà possibile approfondire la visita alla mostra “Italo Zannier, la sfida della fotografia” in corso negli spazi espositivi di via Bertossi fino al 26 agosto. L’appuntamento è alle 18 con il percorso assistito gratuito a cura degli Amici della Cultura.

La Corte di Palazzo Gregoris ospita alle 20.45 per la rassegna “Musica e parole a Palazzo Gregoris” a cura della Somsi “Non c’è duo senza te”, spettacolo all’insegna dell’allegria sotto le stelle con musica, canzoni, poesia. Protagonisti due eclettici artisti pordenonesi: Maria Grazia Di Donato e Sam il Menestrello. In caso di pioggia il concerto si terrà nel Centro Culturale al primo piano. L’ingresso è libero.

Nell’Estate in Città fa la sua new entry anche piazza Risorgimento, dove, alle 21, si esibirà la Usafe Band Check Six, compagine jazz della Banda delle Forze Aeree Americane in Europa. Come unica banda jazz di base in Europa, a Ramstein in Germania, la Check Six rappresenta gli Stati Uniti e la sua Aeronautica ad un pubblico militare e civile dall’Irlanda all’Azerbaigian. Ad ispirarla è la tradizione musicale del tardo periodo del Maggiore Glenn Miller seguendo le melodie dell’era swing di Jimmy e Tommy Dorsey, Count Basie, Duke Ellington, Benny Goodman, Dizzy Gillespie, Woody Herman e Louis Armstrong. Con questo nutrito repertorio la band, composta da 13 musicisti, è attiva sin dal 1945, ha eseguito il meglio dello stile musicale originale americano attraverso in Europa e Asia orientale, contraddistinguendosi per gli arrangiamenti originali e la qualità degli assoli. Oltre alle partecipazioni a manifestazioni internazionali come il Festival di Montreax e del Mare del Nord, la Check Six ha prodotto diversi dischi e viene trasmessa alla radio. Al servizio del Comando delle Forze Aeree Americane in Europa i componenti della Check Six danno inoltre supporto musicale durante le cerimonie ufficiali dell’Air Force e di stato. La band è composta da Neill Herndo, Rachel L. Trimble, Kevin D Keenom, Gail Adams, David A Fatek, Lencys Y. Esteban Nuñez, Tim W Allums, Scott D Dooley, Charles Anderson, Andrew T. Peck, Jonathan Friedman e Clayton Allen.

E’ nata in seno all’Estate in Città una nuova rassegna, “Pordenone Summer Jazz”, che segna l’avvio di una collaborazione tra due delle associazioni impegnate nel campo dell’educazione e formazione musicali, maggiormente presenti sul territorio e molto attive con proposte diversificate e di qualità: l’Associazione culturale Farandola e l’associazione CEM; un sodalizio che vuol essere duraturo e offrire alla città quanto di meglio le due associazioni, con la loro competenza e professionalità, sanno offrire. Il jazz in tutte le sue declinazioni e nella varietà dei suoi protagonisti farà da filo conduttore con importanti jazzisti locali che interagiranno con star nazionali, progetti di arte visiva e musica d’improvvisazione, valenti giovani jazzisti che avranno la loro meritata vetrina. Il compito di inaugurare Pordenone Summer jazz (che tra i suoi ospiti di punta avrà giovedì 12 luglio Gegè Telesforo) spetta giovedì 5 luglio alle 21 nel Chiostro di san Francesco al “Francesco Bertolini Trio”, che vede impegnati Francesco Bertolini alla chitarra, Raffaello Gnesutta al basso ed Ellade Bandini alla batteria. Il progetto presenta un interessantissimo insieme di musiche originali di Francesco Bertolini e riletture in chiave moderna della musiche di Thelonius Monk e Bill Evans: due pianisti, mostri sacri del piano jazz, ma con caratteristiche che non potrebbero essere più distanti. Tanto è lirica, elegante, elegiaca la musica di Evans, quanto spigolosa, “trapezoidale” e spiazzante quella di Monk. Il tutto trattato da un trio pianoless che renderà la riscrittura ancora più originale.

Francesco Bertolini, nato in Argentina nel 1970, è da sempre attivo in ambito didattico, teatrale e cinematografico, annoverando collaborazioni con Giuseppe Battiston, Piero Sidoti e il regista Silvio Soldini. Chitarrista elegante, mai scontato, che pur con raffinati riferimenti, ad esempio dalla musica sud americana, tiene sempre bene presenti le radici afro-americane del jazz, come si evince dal suo ultimo lavoro “Los dias del Viaje”, un’opera che ne conferma tutte le qualità ed il cuore. Raffaello Gnesutta, bassista mestrino, conta numerose collaborazioni jazzistiche e incursioni nel mondo del pop e della canzone d’autore, tre nomi fra tutti: Ricky Gianco, Gino Paoli ed Eugenio Finardi. Ellade Bandini è una leggenda del drumming italiano, con collaborazioni di livello da Ares Tavolazzi a quella, molto lunga, con Francesco Guccini. Tra i suoi progetti in ambito jazzistico il più conosciuto è la “Drummeria”, un quintetto di batteristi, che utilizza i tamburi in tutte le loro possibilità espressive.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!