Folkest torna alle origini

24 Luglio 2013

SAN DANIELE. Mercoledì 24 luglio Folkest torna alle origini: Fieste di chenti sul Tagliamento a Villanova di San Daniele, con inizio alle 21,15. Come molti anni fa, là dove tutto è cominciato… Folkest si chiamava ancora Fieste di chenti ed era l’inizio di un percorso che avrebbe lasciato il segno nella storia dello spettacolo musicale italiano e internazionale. Oggi come allora, in una serata all’insegna del ritmo e della danza, saliranno sul palco i salentini Tamburellisti di Otranto. Il gruppo dei Tamburellisti di Otranto è nato nel 2009 per volontà del maestro Massimo Panarese con la ferma volontà di avvicinare i ragazzi al mondo della musica: ben 330 allievi nella scuola di musica che studiano tamburello, organetto, fisarmonica, canto e danza. La formazione presenta un organico di otto elementi. Il loro curriculum già parla chiaro e palesa l’attenzione che si è creata in questi anni attorno a questo gruppo affiatato e unico nel suo genere. Hanno preso parte a varie trasmissioni televisive: “Sereno Variabile” Rai2, “A sua immagine” Rai1, “Mezzogiorno in famiglia” Rai2.

A seguire, gli scozzesi Stramash, un gruppo di folk-rock celtico che esegue dal vivo sia canzoni tradizionali sia proprie composizioni. Largo spazio hanno le arie e le musiche per danza per le grandi cornamuse scozzesi, mescolate a potenti riff rock e ritmi innovativi. Accolti trionfalmente dalla critica alla ultima edizione della grande kermesse di Glasgow, Celtic Connection, sono stati definiti “il gruppo folk più geniale ed entusiasmante dai tempi dei Runrig” e per loro è stato creato il nuovo termine di Tartan Folk’n’Rock.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!