Flamenco al Ristori

2 Gennaio 2014

CIVIDALE. Unione indissolubile di canto, musica e danza, il flamenco è espressione artistica dell’esistenza umana, di cui sa rappresentare gli universali dualismi di gioia e sofferenza, amore e odio, materia e spirito, vita e morte. Se ne avrà una dimostrazione di altissimo livello il 4 gennaio al Teatro Ristori di Cividale nella serata flamenco “Body and Soul”, organizzata nell’ambito della stagione musicale del Teatro in collaborazione con l’Associazione Musicale Sergio Gaggia.

Pinana_flamenco1Dopo la passione del tango argentino con l’Art Tango Ensemble nella scorsa stagione, a portare a Cividale la passione e il ritmo del flamenco è il carismatico Carlos Piñana, compositore innovativo e chitarrista dal formidabile virtuosismo che è anche autore dello spettacolo. Appartenente a una famiglia di grande tradizione, Piñana ha respirato il flamenco fin da piccolissimo, approfondendo la preparazione con gli studi di chitarra classica al Conservatorio di Cartagena e continuando a esplorare la chitarra flamenca. Ha vinto numerosissimi premi e tenuto concerti in tutto il mondo. Accanto a lui saliranno sul palco del Ristori il percussionista Miguel Àngel Orengo e la ballerina Lorena Jimenez, a formare un trio in grado di esprimere al meglio la perfetta combinazione tra forza e lirismo, tra “materia” e “anima” che caratterizza questo genere musicale, iscritto non a caso nell’elenco del Patrimonio Culturale Immateriale dell’UNESCO.

Pinana_flamenco2Lo spettacolo avrà un seguito il 5 e 6 gennaio a Villa de Claricini Dornpacher di Bottenicco di Moimacco. Gli studenti di musica e i musicisti interessati potranno infatti approfondire la conoscenza del flamenco con lo stesso Carlos Piñana iscrivendosi a un Master, inedita appendice dei Corsi Internazionali di Perfezionamento Musicale estivi organizzati dalla Gaggia. Domenica 5 Piñana, che è docente del Conservatorio di Murcia, terrà un seminario collettivo di 4 ore (a partire dalle 10) “per un corretto approccio tecnico e interpretativo agli elementi flamenchi e andalusi presenti nella letteratura della chitarra classica”. Sarà esplorato il repertorio spagnolo della chitarra classica, con speciale attenzione al compositore Joaquin Rodrigo e saranno affrontate e approfondite le caratteristiche tecniche del rasgueado, picado, alzapua e tremolo. Lunedì 6 gennaio il chitarrista sarà disponibile per alcune lezioni singole strumentali (da prenotare), a cui i partecipanti al seminario collettivo potranno assistere come uditori.

Per prenotare i biglietti telefonare al 335 5651008 o scrivere al contact form del sito www.sergiogaggia.com La biglietteria del Ristori sarà aperta dal 3 gennaio.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!