Fine settimana di concerti

1 Agosto 2014

SPILIMBERGO. Si concludono nel fine settimana con i concerti in centro e nelle piazze i Corsi Internazionali di Perfezionamento Musicale dell’Istituto Musicale Fano di Spilimbergo, che hanno avuto come tema La musica come anima di popoli, direttore artistico Josè Rafael Pascual Vilaplana, ospiti d’onore Omer Meir Wellber e Josè Miguel Fayos.

Sabato 2 agosto la musica contaminerà tutta la città con concerti in centro storico durante la giornata, compresa la torre campanaria della chiesa di San Giuseppe, dove si esibirà alla 18.45 il gruppo di Ottoni. La conclusione è affidata all’ensemble La Macia, che si esibirà in piazza Duomo alle 21.15.

Pascual Vilaplana

Pascual Vilaplana

Domenica 3 agosto l’appuntamento sarà doppio, sempre in piazza Duomo alle 19.30 con l’Orchestra a fiati Spengerberg e alle 21.15 con l’Orchestra Sinfonica a fiati Alpe Adria diretta da Josè Rafael Pascual Vilaplana e Josè Miguel Fayos (autore di uno dei brani in programma). Coerentemente con il tema il programma costituisce un viaggio attraverso diversi stili e generi musicali. Si parte da Old russian romances di Franco Cesarini che racchiude una serie di melodie popolari russe basate su canti popolari gitani tramandati da generazione in generazione, vero scrigno di tradizioni e usanze. Vientos e tangos di Michael Gandolfi è dedicato a Frank Battisti per il suo contributo allo sviluppo della letteratura per orchestra a fiati degli ultimi cinquant’anni: è ispirato al tango evocando i suoni del bandoneon, violino piano e contrabbasso.

Gloriosa di Yashude Ito è un poema sinfonico che unisce la tradizione religiosa cristiana dell’occidente con la tradizione orientale: un incontro di culture in cui gli echi del canto gregoriano si mescolano alla musica popolare giapponese, che esprime un messaggio di liberà religiosa. Chiude il concerto Tribal elements di José Miguel Fayos: un esempio di musica contemporanea associato all’orchestra a fiati. Questa particolare forma orchestrale si sta liberando sempre più del ruolo tradizionalmente attribuitogli per essere considerata veicolo della cultura del XXI secolo. I concerti sono ad ingresso libero, in caso di maltempo si terranno al Teatro Miotto.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!