Eroe della Shoah, un libro

6 Dicembre 2014

UDINE. Anche quest’anno Forum, la casa editrice dell’Università di Udine, partecipa con le University Press Italiane alla Fiera nazionale della piccola e media editoria Più libri più liberi (Roma 4-8 dicembre). In particolare, domenica 7 dicembre alle 11 nella Sala Turchese del palazzo dei congressi, verrà presentato “La punizione che diventò salvezza”. Il libro nasce dalle testimonianze di Eugenio e Giacomo Sonnino, che furono salvati dai rastrellamenti fascisti del 1943, dal professor Giuseppe Caronia, primario della Clinica di Malattie Infettive a Roma. Trasferito dalla Clinica pediatrica al Policlinico romano a causa delle sue posizioni dichiaratamente antifasciste, Caronia usò il proprio reparto come rifugio per ebrei, disertori e oppositori politici; in questo modo egli sottrasse alle persecuzioni fasciste le vite di un centinaio di persone.

copertinaLa sua esperienza, esempio di eccezionale umanità e coraggio nella storia della Shoah, lancia uno stimolo alla riflessione e un messaggio di speranza soprattutto alle nuove generazioni, per le quali il libro è stato pensato come strumento di didattica e di crescita. Caronia morì nel 1977 e nel 1998 gli fu conferita l’onorificenza di ‘Giusto tra le Nazioni’. In questo contesto, rilevante è la testimonianza dei figli di Eugenio e Giacomo Sonnino, Mara ed Eliseo, che leggono e interpretano il passato con lo sguardo rivolto al futuro. Alla presentazione interverranno Marina Formica dell’Università Tor Vergata e Rosi Protasi dell’Università La Sapienza. Al termine verrà proiettato Non dovevamo essere qui, l’intervista ai fratelli Sonnino che chiude e completa idealmente la testimonianza di questa vicenda, sottraendola all’oblio e affidandola alla Storia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!