Due volti del folk-rock

23 Luglio 2013

Martedì 23 luglio Folkest propone i due volti del folk-rock: Figli di Puff e Stramash. Gli appuntamenti saranno rispettivamente a Porcia (parco Villa Correr-Dolfin), ore 21,15 e Gemona (parco di via Dante), stessa ora. Nel parco di Villa Correr-Dalfin si esibirà uno dei gruppi vincitori del concorso “Suonare@Folkest”: Figli di Puff, che sono attivi dall’ottobre 2010, con dichiarate influenze musicali, come emerge anche dai testi e dagli arrangiamenti di brani dei Dubliners, Modena City Ramblers, Jethro Tull. Non potendo però classificare il loro particolare modo d’intendere il folk in un sottogruppo (come folk-rock o celtico) hanno preferito definirlo con una neologismo di provenienza triestina: Folk Févoj, che vorrebbe dire “fate voi”, decidete voi che musica state ascoltando.

Il concerto di Folkest sarà preceduto, dalle 19 alle 21, da una cena rustica, da gustare in un ambiente fresco e rilassante, vicino a due ameni laghetti presso lo stand enogastronomico dell’Associazione ProPorcia: la musica completerà l’incanto di una serata davvero speciale!

A Gemona sono invece di scena gli scozzesi Stramash, un gruppo di folk-rock celtico che eseguono dal vivo sia canzoni tradizionali sia proprie composizioni. Largo spazio hanno le arie e le musiche per danza per le grandi cornamuse scozzesi, mescolate a potenti riff rock e ritmi innovativi. Accolti trionfalmente dalla critica alla ultima edizione della grande kermesse di Glasgow, Celtic Connection, sono stati definiti “il gruppo folk più geniale ed entusiasmante dai tempi dei Runrig” e per loro è stato creato il nuovo termine di Tartan Folk’n’Rock.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!