Dominico Bianchini, detto il Rossetto: concerto-scoperta

11 Giugno 2015

SPILIMBERGO. Nell’ambito del progetto Dalla musica al mosaico: dal Friuli a Venezia, Spilimbergo ospiterà, a Palazzo Tadea, nel castello di Spilimbergo, due importanti concerti il 13 e il 20 giugno. Alle 21 di sabato 13 giugno, in collaborazione con l’Associazione Musicale Bertrando d’Aquileia di San Giorgio della Richinvelda, il Maestro Fois, coordinatore del progetto, si esibirà al liuto accompagnato dalla cantante Mariangela Casagrande e dai danzatori del gruppo Il danzar gioioso di Lavariano, nel concerto dal titolo Il Bianchini intavolato, che propone brani composti dall’interessante personaggio che ha ispirato il progetto e da coevi dello stesso. Dominico Bianchini detto il Rossetto, di probabile origine spilimberghese, fu valente mosaicista nonché musicista di talento, in quanto compositore ed esecutore di musica per liuto, nella Venezia del Cinquecento.

Sabato 20, sempre alle 21, l’Ensemble Il terzo suono composto dal tenore Gianpaolo Fagotto, da Vania Pedronetto al violino, da Davide De Lucia al clavicembalo e Alberto Macchini alle percussioni, in collaborazione con l’Associazione Antiqua di Clauzetto, farà scoprire Le più belle melodie del Rinascimento, nel concerto che ha come sottotitolo Dal Rinascimento verso il Barocco: melodie in evoluzione dopo Bianchini.

Il progetto, prevede altri importanti appuntamenti, il 27 luglio con Angelo Branduardi in Piazza Duomo, il 26 settembre con Philippe Daverio che inaugurerà la mostra del collettivo internazionale di mosaicisti Mosaïzm, a Palazzo Tadea, il 3 ottobre con un concerto nella Chiesa di Provesano ed infine, il 17 e 18 ottobre con due concerti rispettivamente nella Chiesa di Vivaro e San Giorgio della Richinvelda.

Condividi questo articolo!