Dodici sax funambolici

28 Gennaio 2015

MONFALCONE. La stagione musicale del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue, venerdì 30 gennaio alle 20.45, con un nuovo appuntamento di ‘900&oltre, la rassegna dedicata alla musica contemporanea e al Novecento storico. Protagonisti del concerto sono il Selmer Saxharmonic, ensemble di dodici sassofonisti unico nel suo genere, e Milan Turkovic, celeberrimo fagottista nel Concentus Musicus di Harnoncourt e nel Quintetto Wien-Berlin nonché direttore d’orchestra di livello internazionale, qui nelle vesti di direttore dell’ensemble.

Selmer Saxharmonic foto Christian DabringhausNel 2014 si è celebrato in tutto il mondo il bicentenario (1814-2014) dalla nascita di Adolphe Sax, l’inventore dello strumento che prese da lui il nome. Uno strumento che, a partire dal 1840, trova nel Novecento un crescente impegno anche nella musica colta. L’affermarsi di formazioni cameristiche di sassofoni porta, infatti, molti di questi musicisti ad ampliare il repertorio “originale” con rielaborazioni di pagine sinfoniche e tratte dal teatro musicale. Un repertorio che, nel caso del concerto monfalconese, guarda invece alla musica da film: Cinema Saxophone Circus è il titolo che il Selmer ha scelto per la seconda parte del concerto, che intreccia brani da intramontabili colonne sonore.

La prima parte del programma vede alternarsi le Danze Slave op. 46 di Dvóřak, con la loro vivace ritmica tipica del folklore slavo, il brano di Darius Milhaud Scaramouche – suite del 1937 piena di fascino e allegria in cui risuonano le influenze della musica brasiliana – e la celebre Jazz-Suite n. 2 di Šostakovič, divenuta particolarmente famosa anche per l’utilizzo nella colonna sonora del film di Stanley Kubrick Eyes Wide Shut.

Prende quindi vita il Cinema Circus del titolo, con una ricca selezione di celebri brani scritti per il grande schermo (qui nell’arrangiamento di Christoph Enzel, sax tenore dell’ensemble): da He’s a Pirate di Hans Zimmer (dal film Pirati dei Caraibi) a C’era una volta il West di Ennio Morricone, dalla Rota-Suite (che raccoglie temi di Nino Rota dai film Otto e mezzo, Il padrino e La dolce vita) fino all’epico brano Star Wars di John Williams.

Fondato nel 2006, il Selmer Saxharmonic riunisce dodici talentuosi e celebrati sassofonisti tedeschi. Obiettivo dell’ensemble, nato in omaggio a Henri Selmer – che rilevò l’azienda produttrice di sassofoni appartenuta ad Adolphe Sax – è stimolare il pubblico a entrare in contatto con tutte le sonorità e le sfumature che la famiglia del sassofono riesce a produrre. Nel 2010 il Selmer ha vinto il prestigioso Premio ECHO Klassik con la sua prima registrazione, Flying Saxophone Circus, alla quale segue il recente CD Cinema Saxophones, con musiche tratte da celebri colonne sonore di compositori quali Rota, Morricone, Williams, Sviridov e Nyman.

Milan Turkovic foto Kiyotane HayashiCresciuto a Vienna, dove si è affermato a livello internazionale come uno dei rari fagottisti solisti, Milan Turkovic si è anche imposto nel ruolo di direttore d’orchestra, con apparizioni in tutto il mondo nei festival più importanti e con le orchestre più prestigiose (Wiener Symphoniker, Camerata Salzburg, Orchestra Sinfonica di Roma, Philharmonia di Praga e molte altre). Nel 1998 il trombettista e compositore Wynton Marsalis gli ha dedicato il Quintetto Meeelaan per fagotto e quartetto d’archi, presentato da Turkovic in tutto il mondo. Vincitore nel 2010 del Premio Edison e del Premio Echo Klassik, Turkovic vanta una discografia ricchissima, come direttore e come solista (con repertorio per fagotto solista e di musica da camera).

Prima del concerto, alle ore 19 nel Foyer del Teatro, Milan Turkovic incontrerà il pubblico; l’incontro, realizzato in collaborazione con l’Associazione “Per il Teatro di Monfalcone”, è a ingresso libero. Biglietti in vendita presso: Biglietteria del Teatro (tel. 0481 494 664, da lunedì a sabato, ore 17-19), Ticketpoint di Trieste, Libreria Antonini di Gorizia, ERT di Udine, Biblioteche Comunali di Monfalcone, Pieris e Turriaco e on line sul sito www.pointticket.it.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!