Dito puntato sulla Chiesa

19 Luglio 2012

LIGNANO. E’ stato Stefano Livadiotti, noto giornalista dell’Espresso e autore di best seller quali L’altra casta e Magistrati l’ultracasta e ora I senza Dio, l’ospite al PalaPineta di Lignano al quarto degli Incontri con l’autore e con il vino. Ha portato il saluto dell’Amministrazione Comunale il dr. Vico Meroi Vicesindaco e Assessore alla Cultura di Lignano. Dopo l’introduzione di Alberto Garlini, lo scrittore romano ha presentato il suo romanzo “I senza Dio – L’inchiesta  sul Vaticano” edito da Bompiani.

E’ la Chiesa al centro dell’inchiesta dello scrittore – che ama definirsi “ateo, ma non mangiapreti” – ben lontana dallo spirito, che dovrebbe animarla, intendendo la Chiesa ai suoi vertici e non quella delle parrocchie che molto spesso si sostituisce nella sua opera allo stesso Stato. Un mondo secondo lo scrittore di amicizie pericolose, business inconfessabili e accordi sottobanco per spartirsi pivilegi miliardari. Diverse e stimolanti sono state le domande del pubblico al noto giornalista.

La parte enologica della serata è stata condotta dall’esperto di vini Giovanni Munisso, che ha presentato il Consorzio di Tutela Vini DOC Friuli  Aquileia con l’Azienda “Ca’ Bollani”. Alla mescita del Muller Turgau frizzante il sommelier Aldo Bini. Sono seguiti l’acquisto del libro, le dediche dell’ autore, gli autografi,  fino al trasferimento al ristorante President a Riviera. Alla cena di pesce con degustazioni di altri vini dell’azienda Ca’ Bollani hanno partecipato una ventina di ospiti.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!