Dare vita a Pinocchio

5 Luglio 2014

AQUILEIA. Continuano le proposte per bambini collaterali alla mostra ‘Nel ventre della Balena. Dai mosaici di Giona alla fiaba di Pinocchio’ curate dal Gruppo Archeologico Aquileiese in collaborazione con il Museo Artistico Štěpán Zavřel di Spazio Brazzà, Moruzzo. Sabato 5 luglio si terranno a Palazzo Meizlick di Aquileia due laboratori di animazione ‘stop-motion’ per i piccoli curati dal regista veneto Igor Francescato, ispirati al cartone animato ‘Le avventure di Pinocchio’ frutto del progetto realizzato nel 1994 dalla maestra Liliana Nadal con i bambini della scuola elementare ‘Guglielmo Marconi’ di Conegliano e restaurato nel 2012, grazie al contributo della Regione del Veneto, per i 130 anni del burattino più famoso del mondo. Si tratta di una lunga filastrocca animata realizzata con la tecnica d’animazione dello ‘stop motion’, tratta da “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi, unica versione in rima baciata della favola del burattino di legno, vincitrice nel 1995 del Primo Premio ex-aequo all’Ottavo Concorso Internazionale ‘Pinocchio a Scuola’ di Collodi (PT).

Il cartone animato, realizzato con la regia di Igor Francescato, musica originale di Paolo Piazza, prodotto da Francescato e dall’Associazione ‘Il piccolo principe’ di Vittorio Veneto, ha visto la luce dopo un anno di lavoro trascorso nello studio di un’ex tv locale di Conegliano, dando vita ai personaggi della fiaba di Pinocchio, resi snodabili da fermacampioni, con disegni, ritagli, scotch, forbici e una infinita dose di pazienza. Al cortometraggio realizzato con le voci della maestra Liliana Nadal e dei bambini della scuola di Conegliano, nella versione restaurata sono state aggiunte voci e sottotitoli in italiano, dialetto veneto e inglese.

Nei laboratori d’animazione Igor avvicinerà i bambini al mondo del cinema d’animazione, spiegando le tecniche d’esecuzione dei cartoni animati come quella dello ‘stop motion’ e coinvolgendoli nella realizzazione di una breve sequenza d’animazione con cartoni campionati. La tecnica dello ‘stop motion’ o ‘passo uno’ usata nell’animazione e negli effetti speciali, consiste nel realizzare una serie di fotogrammi del soggetto inanimato in pose leggermente diverse una dall’altra, simulando il movimento del corpo e degli elementi di scena (fondali, nuvole, acqua, strade, ecc.). Realizzando 25 movimenti si ottiene 1 secondo di animazione: l’illusione del movimento si ottiene con il montaggio e la proiezione in rapida successione delle immagini fotografate. I bambini potranno sperimentare la magia dell’animazione e imparare come con mezzi semplici quali carta, pennarelli, forbici, una telecamera e un pò di fantasia e creatività, si possa realizzare un cartone animato.

I laboratori, proposti in due orari diversi per consentire una maggiore possibilità di affluenza, sono a entrata libera con prenotazione obbligatoria: turno 15.30 (max. 20 bambini), turno 17.30 (max. 20 bambini). I laboratori sono GRATUITI, con PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA fino a esaurimento posti disponibili. Gruppo Archeologico Aquileiese cell. 340-680 6774 gaa@aquileiarcheologia.it – Spazio Brazzà tel. +39 345 39 11 907 info@castellodibrazza.com

Condividi questo articolo!