Cyrano, l’amore infelice di un uomo che non si vuol piegare

11 Dicembre 2015

UDINE. Una storia d’amore di quelle che è impossibile dimenticare perché non è soltanto di un sentimento puro e assoluto verso l’altro che ci parla ma anche dell’amore incondizionato per la libertà: torna sabato 12 dicembre alle 18 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, per la rassegna “Teatro Insieme”, uno dei grandi capolavori della storia del teatro, Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand. Commedia in versi andata in scena per la prima volta a Parigi nel 1897, fu un successo annunciato di quelli che sfidano il tempo e le mode: prova ne è che la storia ispirata alle gesta del poeta, spadaccino e libero pensatore Savinien Cyrano de Bergerac, realmente vissuto nel Seicento, ha conosciuto innumerevoli adattamenti sia teatrali che cinematografici incantando gli spettatori in tutto il mondo.

1Motore di tutta la vicenda è l’amore che Cyrano prova per la cugina Rossana, alla quale non ha coraggio di dichiararsi perché ossessionato dal suo aspetto fisico e da quel naso spropositato che “lo precede sempre di un quarto d’ora”. Dopo l’inizio travolgente, il seguito è tutto un precipitare di eventi ora lirici ora avventurosi: l’incontro con Cristiano amato da Rossana, il ruolo di suggeritore nei loro convegni amorosi, l’assedio di Arras e la morte di Cristiano, gli anni che passano, le visite a Rossana in convento e la trave gettatagli sulla testa a tradimento, lo spegnersi infine dell’eroe nelle braccia della cugina sempre amata. Intrecciato ad un amore fatalmente celato – ma che infine, sappiamo, avrebbe potuto essere corrisposto – Cyrano è anche e soprattutto un uomo senza padroni che ama una cosa sopra tutte le altre, la libertà. Sullo sfondo di una società perbenista ma corrotta fino al midollo, in un mondo in cui o si è potenti o ci si lega a potenti, egli si rifiuta di legarsi a qualcuno. Ed è proprio la forza dirompente di un uomo che non si vuole piegare e continuamente lotta e scalcia per affermare la propria indipendenza ed unicità che rende Cyrano una commedia realmente universale.

Il 12 dicembre alle 18, dunque, Cyrano de Bergerac torna al Giovanni da Udine con tutta la freschezza di un testo attualissimo che non ha perso neppure una virgola del suo inattaccabile smalto. La regia è firmata a quattro mani da Carlo Sciaccaluga e Matteo Alfonso: “Ci ha entusiasmato l’idea di affrontare un testo in versi, di lavorare con gli attori e rendere credibile un mondo in cui tutti parlano in versi e solo qualcuno è un poeta – raccontano i due registi-. La forte opposizione di Cyrano al sistema di potere ed apparenza in cui vive è quanto mai attuale e ci ha permesso di reinventare la realtà in cui si svolge la vicenda estrapolandola dal suo tempo e trovando una chiave per raccontare al pubblico qualcosa che lo riguarda molto da vicino”.

Nel ruolo del protagonista Antonio Zavatteri, attore noto al pubblico per le sue numerose interpretazioni sul palco ma anche interprete sul set di famose fiction televisive di successo fra le quali Gomorra: “Cyrano è un’icona del libero pensiero, un supereroe della guerra, del combattimento e della parola, del componimento poetico. Ma con una gigantesca fragilità, legata al suo lato esteriore, alla sua brutta presenza. Ho cercato di concentrarmi molto in ciò che produce questo suo disagio, non tanto nel lato romantico, che pure c’è, ineliminabile, e con cui bisogna fare i conti. Per me, che sono un attore genericamente di temperamento, era necessario cercare la fragilità e la debolezza, anziché la forza, mettendo in contrapposizione in modo preciso le due parti”. Accanto a Zavatteri Silvia Biancalana nel ruolo di Rossana e Vincenzo Giordano in quello di Cristiano.

Come da tradizione per gli appuntamenti della rassegna “Teatro Insieme”, mentre i “grandi” sono in sala a godersi lo spettacolo i più piccoli possono partecipare ai laboratori artistici affidati alla creatività ed esperienza di Margherita Mattotti ed Elena Gozzi (ingresso gratuito, prenotazioni via email all’indirizzo iscrizioni@teatroudine.it).

Biglietti a prezzi speciali. Come per gli altri spettacoli della rassegna “Teatro Insieme”, anche Cyrano de Bergerac è accessibile con particolari tariffe agevolate. E’ infatti possibile acquistare biglietti di gruppo che permettono l’acquisto di tre, quattro o cinque biglietti con una spesa accessibile a tutti i portafogli (es. biglietti di gruppo in platea: 3 persone € 50,00; 4 persone € 62,50; 5 persone € 75,00).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!