Cancro: speranza da Houston

5 Settembre 2012

LIGNANO. Michele Cucuzza, noto volto televisivo, è stato il nono ospite, al PalaPineta nel Parco del Mare a Lignano, della 14° edizione degli “Incontri con l’autore e con il vino” estate 2012. La serata è stata aperta dai saluti del vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Lignano Sabbiadoro Vico Meroi. Al giornalista e scrittore Alberto Garlini il compito di presentare l’ultima fatica di Michele Cucuzza. Quasi un viaggio nel futuro è l’esperienza del medico italiano Mario Ferrari in quella che il giornalista chiama “le Nazioni unite della ricerca”, vale a dire il Methodist Hospital Research Institute di Houston (Texas), dove si sta sperimentando, attraverso l’impiego delle nanotecnologie, una nuova cura per la lotta contro il cancro. Un’ esperienza, quella di Ferrari, che è un messaggio di speranza mirato a far diventare questa grave malattia meno cronica, come tante altre malattie che affliggono l’uomo. Attraverso uno scambio di informazioni tra ricercatori e anche scambi con il mondo industriale, specie le società farmaceutiche, da Houston può venire ottimismo attraverso il realismo della ricerca. Rispondendo  a domande fatte dal pubblico, si è anche parlato dell’annoso problema della fuga dei cervelli dovuta secondo il giornalista per denaro e soprattutto per mancanza di meritocrazia in Italia. Un libro quello di Michele Cucuzza che apre uno squarcio su un mondo complesso, dove ci sono persone che renderanno forse il cancro “Il male curabile”.

Da sinistra, Vico Meroi, Michele Cucuzza, Alberto Garlini, Giovanni Munisso, Michele Leon

La parte enologica della serata è stata affidata all’esperto di vini Giovanni Munisso, che ha presentato il Consorzio di Tutela Vini DOC Grave del Friuli insieme a Michele Leon enologo dell’azienda vitivinicola Cantina Rauscedo di Rauscedo (PN). Alla mescita del Rosè Brut il sommelier Aldo Bini. La cena di pesce con degustazioni di altri vini dell’azienda Cantina Rauscedo si è tenuta al ristorante Al Cason a Marina Uno a Lignano Riviera.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!