Conferenza su Harry Bertoia

24 Febbraio 2015

PORDENONE. Proseguono in Galleria Bertoia a Pordenone, gli incontri di approfondimento legati alla mostra in corso “Dalla natura al segno”, dedicata al poliedrico artista e designer a cui è intitolata la galleria stessa. Giovedì 26 febbraio alle 18 il professor Alessandro Del Puppo, docente di Storia dell’arte contemporanea all’Università di Udine, parlerà di Harry Bertoia e della scultura del suo tempo.

Harry BertoiaNel secondo dopo guerra infatti, la concezione di scultura cambiò radicalmente, assumendo un ruolo meno poetico e più tecnico, confrontandosi con la società industriale, la scienza, la meccanica e i nuovi materiali. Interessante sarà anche il confronto con alcune “fonti” di Bertoia, che si teneva sempre aggiornato sugli sviluppi dell’arte contemporanea, tra cui possiamo trovare Picasso, Klee, Alberto Giacometti e Fausto Melotti. Era cominciata l’era della meccanica e anche molti studiosi e teorici americani (ma anche il nostro Argan) studiavano le interconnessioni tra arte, industria e artigianato. “Con la creazione della sedia Diamond nel 1952 – afferma Del Puppo – Bertoia si dimostra perfettamente inserito in questo dibattito”. Un ulteriore tassello della sua ricerca si sviluppò poi verso le sculture sonore, che a loro volta si presentano notevoli anche al punto di vista formale. L’ingresso è gratuito.

A corredo della mostra, oltre agli appuntamenti collaterali, ci sono i laboratori artistico-didattici gratuiti per tutte le età sulla tecnica del monotipo, condotti da Silvia Pignat e prenotabili al 3332402435.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!