Concerto di Fine anno a Pn: sono aperte le prevendite

15 Dicembre 2015

PORDENONE. Conto alla rovescia per il Concerto di Fine Anno a Pordenone: la tradizione festosamente si rinnova per iniziativa del CICP – Centro Iniziative Culturali che, insieme a Presenza e Cultura, IRSE, UTE, Centro culturale Casa Zanussi e con il sostegno della BCC Pordenonese, presenta quest’anno una delle più blasonate e autorevoli formazioni orchestrali europee, la storica Orchestra di Leopoli, diretta nel corso dei suoi duecento anni di vita dai più grandi Maestri, tra cui Gustav Mahler, Richard Strauss e Ruggiero Leoncavallo.

Leopoli 0Giovedì 31 dicembre si esibirà alle 16 al Teatro Verdi di Pordenone in un concerto che si preannuncia imperdibile, per la bacchetta del maestro Taras Krysa, con un solista d’eccezione: Gugliemo Pellarin, giovane portogruarese, da alcuni anni Primo Corno dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Il programma, di frizzante piacevolezza, alternerà musiche di Mykola Lysenko (Ouverture dall’opera Taras Bulba), Richard Strauss (Concerto n. 1 in mi bemolle maggiore op. 11 per corno e orchestra), Franz Lehár (Gold und Silber walzer op. 79 – Oro e argento), Piotr Iliḉ. Ciaikovskij (Walzer dei Fiori da Lo Schiaccianoci, Walzer da Il Lago dei Cigni), Johann Strauss sohn (Wein, Weib und Gesang op. 333 – Vino, donne e canto, Schatz-Walzer op.418 – Valzer del Tesoro).

Scatteranno giovedì 17 dicembre le prevendite, operative da lunedì a venerdì dalle 14.30 alle 19.00, sabato dalle 16 alle 19.00. Il 31 dicembre la biglietteria sarà aperta dalle 15.00. Infoline: 0434 247624 CICP – Centro Iniziative Culturali Pordenone tel. 0434 553205 – www.centroculturapordenone.it

La storia dell’Orchestra Filarmonica di Lviv (Leopoli) conta più di due secoli ed è collegata a nomi di fama internazionale che hanno fatto la storia della musica sinfonica russa ed europea: oltre a Mahler, Strauss e Leoncavallo anche Joseph Elsner, Johan Mederich Gallus, Franz Xaver Mozart, Karol Lypynsky, Joseph Baszni, Karol Mikuli, Meczyslaw e Adam Soltys, Ludwig Czelanski, Henry Jarezki, Henry Meltzer – Szavinski. Maestri che hanno fatto diventare la Filarmonica di Lviv una delle orchestre più celebri dell’ex Unione Sovietica. Nel 1933 l’orchestra avviava la sua produzione sinfonica, collaborando con direttori come Dmitry Bashkirov, Misha Maisky, Mstislav Rostropovich e molti altri. Effettua regolarmente tournèe in Europa e in Cina e Giappone.

Taras Krysa

Taras Krysa

Taras Krysa dirige diverse orchestre all’Università di Las Vegas nel Nevada ed è il Direttore Ospite principale dell’Orchestra Lviv (Leopoli) Ucraina. Nato a Kiev, ha proseguito gli studi all’ Indiana University e ha studiato direzione d’orchestra alla Northwestern University, alla Pierre Monteux School e al Festival di Musica di Aspen. Ha diretto molte orchestre, dalla Filarmonica di Las Vegas all’Orchestra Sinfonica del Nuovo Mondo, all’Orchestra Sinfonica di San Pietroburgo, dai Solisti di Mosca all’Orchestra da Camera di Spoleto. Dal 2006 al 2015 Taras Krysa è stato Direttore Musicale dell’Orchestra Sinfonica Henderson, dal 2008 al 2013 è stato Direttore Artistico del Festival di Musica da Camera di Green Valley (Nevada). Taras Krysa ha avuto l’onore di dirigere molti dei solisti più rinomati della nostra generazione: Hillary Hahn, Natasha Paremsky, Mykola Suk, Ingrid Fliter, Sarah Chang, Derek Han, Dmitri Berlinsky, Luana De Vol, Pavel Gintov e molti altri. La versatilità del suo stile direttoriale lo ha portato ad affrontare un vastissimo repertorio sinfonico, di opera e balletto di musica da film.

Guglielmo Pellarin

Guglielmo Pellarin

Primo corno dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Guglielmo Pellarin, ha collaborato con diverse orchestre tra cui l’Orchestra del Teatro Verdi di Trieste, l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra Filarmonica della Scala e l’Orchestra Filarmonica Toscanini, suonando sotto la guida di direttori come Abbado, Maazel, Metha, Oren. Inizia lo studio del corno a sette anni e si diploma giovanissimo con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Udine; prosegue gli studi presso i corsi di Portogruaro, Ferrara, Fiesole, e Pirano. Assieme a Federico Lovato ha registrato per l’etichetta Audite “French Music for horn and piano”. In occasione del Festival “Suoni d’aria d’alta quota” ha eseguito in prima assoluta il concerto per corno e archi composto e a lui dedicato da F. Perez Tedesco. Ha ottenuto importanti riconoscimenti con il quintetto di ottoni Italian Wonderbrass e il quintetto a fiati Kalamos, esibendosi Italia, Albania, Austria, Bosnia-Erzegovina, Canada, Croazia, Germania, Serbia e Slovenia. L’Italian Wonderbrass Quintet ha pubblicato in collaborazione con il trombettista Jens Lindemann un’inedita versione di “Pini di Roma” di O. Respighi per sestetto di ottoni e percussioni, e ha rappresentato l’Italia nel 2008 all’International Trumpet Guild Conference.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!