Concerto a quattro mani

25 Maggio 2014

UDINE. Il penultimo appuntamento concertistico di maggio, programmato all’interno della stagione “Concerti e Conferenze” del Conservatorio di Udine, vedrà protagoniste due concertiste e didatte che rappresentano la tradizione e l’attualità del pianismo viennese contemporaneo. Il concerto, realizzato nell’ambito del Progetto Erasmus, si terrà in sede martedì prossimo, 27 maggio alle 17, avrà quali ospiti Antoinette van Zabner e Elisabeth Aigner-Monarth, che da tempo collaborano in progetti educativi e concertistici rivolti, in particolar modo, al repertorio per pianoforte a quattro mani e per due pianoforti.

Antoinette van Zabner proporrà assieme a Elisabeth Aigner-Monarth, con il titolo di One Piano, Four Hands, un programma dedicato al maggiore repertorio per pianoforte a quattro mani che inizerà con tre corali di Johann Sebastian Bach, magistralmente rivissuti per la formazione dall’ungherese György Kurtág, e proseguirà con la Sonata KV 358 di Wolfgang Amadeus Mozart e Due Marce Militari di Franz Schubert. La seconda parte del concerto sarà interamente dedicata al Novecento e alla musica contemporanea con Kleine Suite für 20 Finger Op.61b (Einzug – Walzerchen – Blues – Schlussfanfare) di Iván Erőd, Gazebo Dances (Overture – Waltz – Adagio – Tarantella) di John Corigliano e, in conclusione, uno dei capolavori di Maurice Ravel, La valse.

Antoinette van Zabner è stata allieva a Parigi dei leggendari Jean e Robert Casadesus e di Nadia Boulanger, la più importante didatta del Novecento nel settore compositivo, ed ha iniziato ancor adolescente una luminosa carriera pianistica in tutto il mondo; attualmente è docente presso la prestigiosa Hochschule für Musik und Darstellende Kunst di Vienna, ove ha avuto quale allieva Elisabeth Aigner-Monarth, ora impegnata, in seno all’istituzione austriaca “Musikpalette”, nell’insegnamento della musica contemporanea e dell’improvvisazione per giovani strumentisti.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!