Concerto del giovedì

27 Febbraio 2013

TAVAGNACCO. Giovedì 28 febbraio alle 20.45 nella sala del Centro Civico di Tavagnacco si terrà il secondo appuntamento con la stagione concertistica “I concerti del giovedì”, organizzata dal Comune di Tavagnacco in collaborazione con il Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine e la Pro Loco di Tavagnacco. Saliranno sul palco i giovani musicisti del Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine” con il duo d’arpe formato da Tadeja Krali e Jelena Engelhardt e il Quartetto Tetradico (Gloria Tubaro violino, Francesco Commisso, Alessandra Commisso, viola, Ilaria Del Bon, violoncello). In programma musiche di MacDowell, Blanco, Tournier, Massenet e Borodin. Ingresso libero fino alla massima capienza della sala.

Tadeja Kralj incomincia a suonare l’arpa a sei anni alla Glasbena matica di Trieste con passione e talento, segnalandosi già alla Rassegna musicale ‘Giovani arpisti’ (Firenze 1998) e partecipando ad un intensa attività nell’ambito della scuola e della minoranza slovena. Fino al 2005 ha studiato con le professoresse Tatiana Donis, Maria Grazia Trost Consoli e Jasna Corrado-Merlak. Dal 2009 è iscritta al Conservatorio statale di musica «Jacopo Tomadini» di Udine nella scuola di arpa della professoressa Patrizia Tassini. Oltre a concerti e a registrazioni radiofoniche e televisive (Rai, Radio TsA, Radio e Tv Koper-Capodistria), fra gli importanti successi artistici sono da segnalare la medaglia d’argento e il 2° premio al concorso Temsig (Velenje/Slo 2000), il 1° premio assoluto al 4° Concorso ‘Riviera etrusca’ (2003), il 1° premio alla V rassegna musicale delle scuole di Trieste, il 3° premio al Concorso ‘Giuliana Albisetti’ (Milano 2005), la medaglia d’oro al 2° Concorso internazionale (Velenje/Slo 2010), il 1° premio con il duo d’arpe al Concorso internazionale d’arpa ‘Città di Cagliari’ (2012).

Jelena Engelhardt, nata in Germania e trasferitasi poco dopo a Roma, inizia all’età di sei anni lo studio del pianoforte e a undici dell’arpa con le professoresse Adalgisa Turrisi e Lucia Bova. Partecipa a vari concorsi in Italia e in Germania, sia come solista che in varie formazioni di musica d’assieme, tra i quali il celebre ‘Jugend musiziert’ (D), vincendo primi premi nel 2005 (solista) e nel 2006 e 2009 (musica da camera). Sempre nel 2009 vince a Roma il prim1° premio assoluto al concorso ‘Arca ’85’ in trio con violino e violoncello. Ha suonato in vari festival musicali, come il Festival intercontinentale della letteratura e delle arti (2010, sotto la guida del maestro Fausto Razzi) e la VI edizione del Campus delle Arti (2010). Dopo il compimento inferiore di pianoforte (2007, sotto la guida della professoressa Angela Chiofalo presso il Conservatorio «Giovanni Battista Pergolesi» di Fermo), dal 2010 è allieva del Conservatorio statale di musica «Jacopo Tomadini» di Udine nella scuola di arpa della professoressa Patrizia Tassini.

Gloria Tubaro è al secondo anno del triennio superiore di violino al Conservatorio Tomadini di Udine. Nel percorso di studio è stata ed è tuttora seguita dalla professoressa Orietta Malusà. Si è perfezionata seguendo i corsi dei maestri Zanchetta, Rodda, Pascoletti, Guglielmo e Zaltron. Dal 2006 fa parte della Friuli Sinfonietta, orchestra giovanile diretta dal maestro Walter Themel, partecipando anche alle masterclass orchestrali tenute nel 2008 e 2009 dai maestri Francesco Manara e Massimo Polidori (rispettivamente primo violino e primo violoncello della scala di Milano e fondatori del Trio Johannes). Dal 2007 è primo violino del quartetto Tetradico di Codroipo, con il quale collabora con cori e cantanti e partecipa regolarmente alle presentazioni dei libri di Luigino Vador e ad eventi di vario tipo. Ha partecipato a numerosi progetti di musica contemporanea tenuti dai maestri Carlo e Francesco Zorzini, e da Joelle Léandre.

Francesca Commisso attualmente frequenta l’ottavo corso di violino con la professoressa Bignami sempre al Conservatorio di Udine. Qui, inoltre, segue i corsi di quartetto d’archi, con il professore Alberto Battiston, e di orchestra con il professore Alfredo Barchi. Collabora al progetto dell’orchestra Academia Symphonica diretta dal maestro Pierangelo Pelucchi. Ha partecipato ad alcuni concerti dell’orchestra d’archi giovanile Friuli Sinfonietta diretta dal maestro Walter Themel. Suona inoltre in varie formazioni da camera.

Alessandra Commisso intraprende lo studio della viola con la professoressa Giorgia Bignami al Tomadini e con lei prosegue gli studi fino al compimento medio. Attualmente frequenta il decimo anno al Conservatorio di Vicenza nella classe del maestro Davide Zaltron. Ha partecipato a masterclass di viola tenute dai maestri Julia Dinerstein e Benjamin Bernstein. Collabora al progetto dell’orchestra Academia Symphonica diretta dal maestro Pierangelo Pelucchi e con la Young Musicians European Orchestra diretta dal maestro Paolo Olmi. Fa parte dell’Orchestra giovanile Arrigoni di San Vito al Tagliamento, con la quale ha partecipato, fra le altre iniziative, al festival «Assisi nel mondo» e a masterclass tenute dai maestri Domenico Pierini e Pavel Vernikov. Suona in varie formazioni da camera prediligendo quella del quartetto d’archi, per la quale si è formata con il professore Alberto Battiston.

Ilaria Del Bon, nata nel 1991, a dodici anni intraprende lo studio del violoncello al Conservatorio udinese seguita dal professore Federico Ricardi di Netro. Ha seguito masterclass e corsi di perfezionamento di violoncello con i maestri Michael Flaksman e Carlo Teodoro. Ha inoltre frequentato masterclass orchestrali con i maestri Francesco Manara e Massimo Polidori, prime parti del Teatro alla Scala, e con il maestro Domenico Pierini, primo violino del Maggio Musicale Fiorentino. Ha collaborato con diversi gruppi cameristici e orchestre, fra cui l’Orchestra nazionale dei Conservatori. È membro dell’ensemble di violoncelli I violoncelli di Palazzo Otellio, con il quale si è esibita per il festival «Nei suoni nei luoghi», anche in qualità di solista. Attualmente frequenta il secondo anno del Triennio superiore al Conservatorio di Udine.

Questo il programma della serata. E.A. MacDowell – To a Waterlily; Traditional English Folk Song – Greensleeves; J. Blanco – Concierto de dos Organos; M. Tournier – Prelude; J. Massenet – Aragonaise; Danze Sudamericane – Cueca (Bolivia) – El Trote Tarapaqueno (Bolivia) – Milonga (Argentina) – Terezinha de Jesus (Brasile). Duo di arpe: A. Borodin – dal Quartetto nr. 2 in re maggiore ( Allegro moderato e Scherzo).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!