Colussa, origine dei quadrati

14 Settembre 2014

Sabato 20 settembre sarà inaugurata nelle sale dell’Abbazia di Rosazzo l’esposizione “Sergio Colussa. Tetraktys. L’origine dei quadrati”. La personale raccoglie una selezione di dipinti del 2013 e 2014 dell’artista udinese.

img-12“Proseguendo nello stabilire i numeri sul modello della tetraktýs allargando cioè la base del triangolo, è sempre possibile ottenere progressioni numeriche nelle quali si alternano i numeri pari, simbolo dell’infinito, poiché in essi è possibile identificare un punto che divide la linea di punti in due parti uguali, ai numeri dispari, finiti, perché in essi la linea ha sempre un punto centrale che separa un numero eguale di punti. Queste armonie aritmetiche corrispondono ad armonie geometriche, permettendo all’occhio di collegare continuamente i punti in una serie, diremo indefinita, concatenata, e soprattutto proporzionata di triangoli equilateri perfetti”. (Gian Camillo Custoza)

“L’esito più recente della ricerca impegna Sergio Colussa ormai da qualche anno in una parcellizzazione dello spazio, dove le scansioni geometriche accentuano l’idea del ritmo, già insito nelle formulazioni cromatiche di ogni porzione (nella maggior parte dei casi, quadrata). L’artista fin dagli esordi ha avuto uno sguardo orizzontale, rivolto cioè alla realtà circostante considerata nella sua essenza; adesso il suo occhio “trafigge” il cielo in una tensione verticale. Il suo peraltro non è il risultato di una visione dell’esistente, ma un’azione “visionaria” che penetra le profondità cosmiche, in cui va a prelevare epifanie di luce, correnti di energia, vapori di materia pulviscolare in movimento e li traduce sulla superficie pittorica, percorsa da una luminosità diffusa anche là dove il colore mantiene tonalità scure”. (Enzo Santese)

L’inaugurazione si terrà alle 18 alla presenza dei critici Gian Camillo Custoza, Giovanni Granzotto, Enzo Santese e Brane Kovic che hanno collaborato ai testi del catalogo, disponibile durante l’intero periodo della mostra. Orario: tutti i giorni 9-12/15-18 fino al 2 novembre.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!