Cleulis: sfida tra fisarmoniche ricordando il Trio Pakai

11 Giugno 2015
Il Trio Pakai

Il Trio Pakai

PALUZZA. Al via la 4° edizione del Concorso Internazionale Fisarmonicistico Trio Pakai, a trent’anni dalla scomparsa del mitico Amato Matiz, noto a tutti come Pakai. Una due giorni di pura passione fisarmonicistica nella terra del mitico trio carnico, per un evento che è ormai diventato una tappa fissa per gli amanti del mantice, della musica popolare e non solo. La manifestazione, organizzata dall’associazione Giovins Cjanterins di Cleulas con l’importante sostegno di diverse realtà culturali locali, prenderà inizio sabato 13 giugno a partire dalle 18.30 nella Piazzetta Pakai di Cleulis di fronte al celebre locale Bar Pakai (in caso di maltempo nella Sala della Gioventù di Timau). Un concerto inaugurale frutto di un gemellaggio culturale tra Italia ed Austria, con protagonisti due gruppi di qualità e prestigio. Il primo è il Duo Hermagor, composto dal fisarmonicista Rudi Katholnig e dal sassofonista Hans-Peter Steiner, i quali proporranno un repertorio musicale esilarante e variegato, dal folk al variété. A seguire una delle fisorchestre più note della nostra regione, ovvero l’Ensemble Fisarmonicistico Flocco Fiori di Tarcento diretto da Massimo Pividori. Una formazione di otto fisarmoniche per un programma di ampio respiro, da Vivaldi a Bernstein, passando attraverso Pakai, Albeniz e Piazzolla, per brani originali e dinamici caratterizzati da arrangiamenti e trascrizioni di sicura presa ed effetto. La serata musicale proseguirà poi alla Sala Cinema Daniel di Paluzza, quando a partire dalle 20.30 avrà luogo il saggio degli allievi della scuola di musica Corale Duomo.

Domenica 14 giugno invece, a partire dalle ore 9.30 nella Sala della Gioventù di Timau, avrà inizio il concorso fisarmonicistico vero e proprio che vede anche quest’anno la partecipazione di una trentina di iscritti provenienti da Italia, Austria e Slovenia. La giuria internazionale è presieduta da Verena Unterguggenberger, docente di fisarmonica presso la Scuola di Musica Kötschach-Mauthen – Lesachtal. Al suo fianco il concertista e didatta sloveno Aleksander Ipavec e gli italiani Alex Modolo, Massimo Pividori e Adolfo Del Cont, concertista e docente di fisarmonica presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine. Al termine delle esibizioni, divise in quattro sezioni (fisarmonica classica, folk e variété, diatonica folk e variété, musica da camera classica) e altrettante categorie (baby, junior, young e senior), seguiranno le premiazioni al Bar Pakai con libere esibizioni musicali fino a notte inoltrata, nel nome di un Trio immortale che sa ancora far ballare e sognare le genti di ogni nazione. L’ingresso è libero.

Per info: giovinscjanterins@gmail.com

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!