Cinemadivino, due universi (moderno e antico) assieme

15 Giugno 2015

MANZANO. Grazie alla collaborazione tra Cinemazero e Discovereat Cinemadivino – con la partnership di Slow Food – arriva anche in Friuli Venezia Giulia, facendo incontrare il grande cinema e i grandi vini in alcune delle location più suggestive della Regione. “Cinemadivino – i grandi film si gustano in cantina” è un percorso enogastronomico/visivo nato dieci anni or sono in Romagna sulla base di un’idea tanto semplice quanto efficace: proporre la proiezione di un film tra i filari o nei cortili delle aziende vitivinicole, degustando i vini dell’azienda e i prodotti gastronomici del luogo. L’obiettivo è quello di portare appassionati in cantina per fargli conoscere il lavoro dei produttori colloquiando con loro attraverso i loro racconti, la loro storia e la loro passione – il tutto assaggiando i prodotti del loro lavoro – per diffondere sempre di più la cultura del bere bene e allo stesso tempo avvicinare anche gli appassionati di cinema al vino di qualità e alla conoscenza del territorio.

Ferdinando Vicentini Orgnani

Ferdinando Vicentini Orgnani

Cinema, vino e paesaggio sono dunque gli elementi base di una ricetta vincente che ha ormai raggiunto moltissime regioni italiane e che oggi coinvolge più di 150 aziende raggiungendo più di 12.000 spettatori. In FVG, per lanciare l’edizione “zero” sono scesi in campo Cinemazero – che seguirà tutta la parte artistica curando in particolare la selezione e la proiezione dei film grazie alla sua pluriennale esperienza – e Discovereat, società nata dalla volontà di promuovere le eccellenze del territorio Friuli Venezia Giulia in tutte le sue forme: arte, cultura, cibo, storia, attraverso eventi, mostre, incontri.

Paolo Fresu

Paolo Fresu

Ad inaugurare la manifestazione sarà una serata speciale in programma giovedì 18 giugno alla Casa Forte Nussi-Deciani di Manzano, dove verrà presentata una serata “tipo” di Cinemadivino. L’appuntamento è fissato alle 19.30 quando, ad accogliere il pubblico saranno i produttori della cantine partner del progetto per la prima degustazione ufficiale. Si proseguirà quindi con visita alla splendida casa e alla tenuta circostante per rientrare poi, al calar del sole, nell’aia dove l’attenzione verrà calamitata dal grande schermo dove verrà proiettato il film Vinodentro di Ferdinando Vicentini Orgnani che sarà presente per introdurre il film insieme a un altro ospite d’eccezione, il musicista Paolo Fresu che ha curato le musiche originali del film. I due artisti dialogheranno con il pubblico coordinati dal giornalista del Messaggero Veneto Gabriele Giuga, alla presenza anche delle cantine che hanno aderito al progetto e che proseguiranno l’esperienza in luglio.

Il palazzo casaforte Nussi-Deciani

Il palazzo casaforte Nussi-Deciani

La prima tappa è fissata per il 2 luglio all’Azienda Agricola i Pitars di San Martino al Tagliamento – stirpe di vignaioli di storica tradizione – dove verrà proposto El Somni progetto multimediale concepito dai fratelli Joan, Josep e Jordi Roca, cuochi del ristorante numero uno al mondo il Celler de Can Roca di Girona, e dall’artista catalano Franc Aleu. La settimana seguente, giovedì 9 luglio la location sarà invece quella della splendida vineria Vencò del Collio a Dolegna, dove è prevista anche una cena a base di prodotti tipici locali. Prima, come sempre, spazio alla degustazione nella accogliente cantina dell’azienda Livon con un visita all’acetaia di famiglia, posizionata sulle sommità della collina. Al tramonto sul grande schermo verrà proiettato Slow Food Story di Stefano Sardo, il racconto dell’incredibile parabola di Slow Food, per ripercorrere la storia di un fenomeno mondiale nato da un’ispirata avventura di provincia. Il 23 luglio infine sarà l’Azienda Agricola Specogna di Manzano, recentemente insignita della Medaglia d’oro e Trofeo speciale come ‘Miglior Sauvignon italiano’ che aprirà le porte agli ospiti di Cinemadivino. Per l’occasione, oltre alla degustazione in abbinamento ai prodotti tipici del territorio sulla suggestiva terrazza ci si potrà rilassare con la divertente commedia Amore, cucina e curry di Lasse Hallström, già regista dell’acclamato Chocolat, che torna alla regia con una storia dal gusto dolce in grado di mescolare alla perfezione elementi gastronomici e note amorose.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!