Cinema a Casarsa, seconda parte (successo della prima)

18 Novembre 2015

CASARSA. Successo di pubblico per questa prima parte di stagione culturale (cinema, teatro e arte) organizzata dalla Pro Casarsa al teatro Pier Paolo Pasolini. La macchina organizzativa dell’associazione casarsese non si arresta ed è pronta a ripartire con slancio per la seconda parte di questa stagione autunnale. Sono infatti sei gli appuntamenti cinematografici in programma a cavallo tra novembre e dicembre. Si parte giovedì 19 novembre con “La vita è facile ad occhi chiusi”, per proseguire con domenica 22 dicembre “Hotel transylvania 2”, mercoledì 25 novembre “Per amor vostro”, lunedì 30 novembre “Genitori”, giovedì 3 dicembre “Padri e Figlie”. La rassegna si chiuderà giovedì 10 dicembre con il film “Mustang”.

Pubblico all'incontro su Mirò

Pubblico all’incontro su Mirò

“Siamo davvero molto soddisfatti – ha dichiarato Antonio Tesolin, presidente della Pro Casarsa – per questi risultati: abbiamo avuto mille 200 spettatori tra la rassegna di cinema, quella Teatro-Luogo del pensiero e l’incontro sulla mostra di Miró a Villa Manin e siamo riusciti ad attirare pubblico anche dai comuni limitrofi. Un successo questo conquistato grazie al lavoro dei tanti volontari e alle scelte dei fatte: abbiamo infatti voluto alternare ai film di “cassetta”, che piacciono ad un pubblico più ampio, alcuni film d’autore. Proprio riguardo quest’ultimi, puntiamo ad accrescere ulteriormente il richiamo dell’appuntamento del giovedì con il cinema d’autore: non sono film di nicchia, ma opere che parlano a tutti e che meritano di essere scoperte. Inoltre molte persone scelgono il teatro Pasolini per la comodità di una sala a due passi da casa e la convenienza di biglietti a costo ridotto. Senza dimenticare la qualità del moderno proiettore digitale”.

La seconda parte di questa rassegna autunnale parte, come detto, giovedì alle 21 con “La vita è facile ad occhi chiusi”, una commedia che si ispira alla storia vera di Juan Carrión Gañán, un professore di inglese che nel 1966 si recò in viaggio ad Almería. In quel periodo John Lennon si trovava nella città andalusa per partecipare al film Come ho vinto la guerra.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!