Chitarre in San Francesco

13 Gennaio 2015

PORDENONE. Si apre all’insegna del gemellaggio Messico/Pordenone la Segovia Guitar Week della Segovia Guitar Academy (dell’associazione Fadiesis, circuito Polinote). Al termine del laboratorio di 3 giorni loro dedicato in Galleria Pizzinato (luogo d’arte che volentieri si apre a contaminazioni culturali) e condotto da Rodrigo Herrera, Josué Gutiérrez e Mauricio Gonzalez (docenti dell’Accademia) i 12 giovani studenti messicani, giunti a Pordenone con un’apposita borsa di studio si esibiranno giovedì 15 gennaio alle 20.45 (ingresso libero) nel Convento di san Francesco.

Da sinistra, Gutierrez, Gonzalez ed Herrera

Da sinistra, Gutierrez, Gonzalez ed Herrera

L’Ensemble de guitarras Mier y Pesado di Città del Messico, diretto da Gilberto Ruiz Carlos e formatosi nel gennaio del 2013, ha debuttato nella prestigiosa Sala Julián Carrillo di Radio UNAM. Il programma sarà incentrato prevalentemente sulle pagine musicali più rappresentative del continente sudamericano, dai tradizionali Cielito Lindo ad autori come Machado, passando anche per il tango del francese contemporaneo di Olivier Bensa. Ad affiancarlo, facendo gli onori di casa, ma anche ribadendo l’importanza per i docenti dell’Accademia Segovia della musica d’assieme per il percorso artistico e formativo degli studenti, saranno i 2 ensemble nati in seno alla scuola: l’EnArmonia Guitar Ensemble (Francesca Agostinis, Giulio Bertolo, Eleonora Brisotto, Tommaso Cinelli, Marco Dassie, Mattia Iori, Carlo Piva, Nicola Rizzo, Riccardo Sist, Francesca Stura, Davide Zamuner, seguiti dai maestri Andrea Andrian e Josué Gutiérrez), organico composto da ragazzi fino ai 21 anni, che ha ottenuto lusinghieri successi in concorsi e concerti; l’EnArmonia Guitar Ensemble Junior (Marco Bagatella, Beatrice Bortolus, Anna Da Pieve, Edoardo Del Fabbro, Margherita Gnes, Alice De Michieli, Costanza Lincetto, Francesca Pavanel, Andrea Peressin, Luca Pezzutti, Anna Pradella, Elena Pighin, Jacopo Romano, Daniele Turrin, Matteo Visentini, diretta dai maestri Mauricio Gonzàlez e Rodrigo Herrera), formato da allievi dai tredici anni in poi.

Il programma dell’EnArmonia fa da ponte tra l’Italia cinquecentesca di Monteverdi e la musica tradizionale sudamericana (con brani particolarmente ritmici) tra cui spicca la struggente e malinconica Alfonsina y el mar. Non mancheranno 2 brani originali del giovanissimo compositore veronese Matteo Rigotti, che ha voluto espressamente l’EnArmonia Guitar Ensemble per registrare il suo cd di prossima uscita. Venerdì 16 gennaio, stesso luogo e stesso orario, sempre ingresso libero, protagonisti saranno due talentuosi studenti dell’Accademia Segovia: Marco Musso e Davide Giovanni Tomasi.

Condividi questo articolo!