Chiesa gremita per il concerto offerto dai Rotary ai triestini

7 Dicembre 2014

TRIESTE. Pubblico attento e partecipe quello che venerdì sera (5 dicembre) ha affollato la Chiesa di Sant’Antonio Taumaturgo per la seconda edizione del “Concerto di Natale per Trieste”. L’evento al quale hanno partecipato tra gli altri il Prefetto Adelaide Garufi e il Vice Presidente della Provincia Igor Dolenc, è stato organizzato dal Rotary Club Trieste, dal Rotary Club Trieste Nord e dal Rotary Club Muggia con la collaborazione del Teatro Lirico “Giuseppe Verdi” di Trieste. L’iniziativa anche quest’anno ha incontrato il favore dei triestini che già un’ora prima dell’inizio del concerto avevano occupato oltre ai posti a sedere tutti gli spazi della chiesa che traboccava di pubblico. Un successo che conferma l’importanza di questa manifestazione ormai tradizionale, attraverso la quale i Rotary Club desiderano omaggiare la città, in un momento particolare come quello natalizio, di una grande iniziativa culturale.

“Desidero esprimere un doveroso ringraziamento agli enti che hanno dato il patrocinio all’evento, ovvero il Comune di Trieste e il Comune di Muggia e la Diocesi di Trieste, che ha messo a disposizione la Chiesa di Sant’Antonio, e anche agli sponsor che hanno sostenuto la manifestazione, ovvero Allianz, Fondazione Ernesto Illy, Banca Manzano, Bcc Staranzano e Villesse e ZKB – Credito Cooperativo del Carso – ha detto Fabio Santorini, Presidente del Rotary Club Trieste -. Non posso che esprimere grande apprezzamento per l’affetto con cui il concerto di Natale è stato accolto anche quest’anno e credo che ora più che mai sia importante rafforzare i nostri sforzi come Rotary Club per dare un sostegno alla città non solo nella cultura, ma in tutti i campi d’intervento del Rotary”.

Simile il parere del Presidente del Rotary Club Trieste Nord, PierCipriano Rollo. “La forza del Rotary sta sia nella collaborazione tra i Club, sia nella capacità di trovare le risorse necessarie a donare alla nostra amata città e ai suoi cittadini iniziative utili e importanti soprattutto in un momento come quello attuale”. Concorde anche il Presidente del Rotary Club Muggia, Massimo Pasino: “La vicinanza della festività natalizie purtroppo quest’anno non è accompagnata da un miglioramento della situazione economica del nostro Paese e di Trieste in particolare. La crisi pesa sempre di più sulle famiglie e sempre più spesso a causa delle ristrettezze di bilancio la cultura è diventata una vittima della crisi economica. Questa però è un elemento fondante della nostra società e sono felice che la partnership tra i Rotary Club giuliani abbia permesso di omaggiare i triestini con un evento di alto livello capace, attraverso il linguaggio universale della musica, di illuminare gli animi di tutti i partecipanti”.

Di gran livello l’esecuzione dell’Orchestra Filarmonica del Teatro “Giuseppe Verdi” di Trieste guidata dal Maestro Stefano Furini, per l’occasione nella duplice veste di Direttore e solista al violino che ha eseguito il Concerto per violino ed archi in sol maggiore D83 scritto da Giuseppe Tartini, il Concerto per Fagotto e Orchestra K191 in si Bem. Maggiore di Wolfgang Amadeus Mozart, con solista al fagotto Matteo Rivi, la Sinfonia n. 5 in si bemolle maggiore di Franz Schubert e, grazie al soprano Silvia Verzier i canti Nanita nanita, Tu scendi dalle stelle e Stille Nacht.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!