Che Natale è senza blues?

3 Dicembre 2015

PORDENONE. Letture per famiglie, arte e musica. Queste sono le proposte del Natale in Città del Comune di Pordenone per venerdì 4 dicembre. Alle 17 in Biblioteca Civica il progetto “Matilda mi racconti una storia?” a cura di Daniela Dose presenta letture rivolte ai bambini dai 0 ai 6 anni e ai loro genitori per ascoltare e leggere insieme. La mostra “Yume. Sogni giapponesi” in corso nella galleria d’arte moderna e contemporanea Armando Pizzinato, propone un incontro con i “viaggiatori” Ruggero Da Ros (53 anni insegnante di Sacile) e Paola Penzo (53 anni di Chioggia), che questa estate hanno visitato il Giappone, rimanendoci 3 settimane. Questa è “La strada per il Giappone” che racconteranno alle 18 in Galleria, come evento collaterale alla mostra in collaborazione con Bottega Errante. Ingresso gratuito.

Paolo MizzauDopo il successo estivo Pordenone Blues Festival, grazie alla collaborazione della Provincia di Pordenone comincia un percorso che racchiude diversi appuntamenti, non solo musicali, dedicati al blues e ai suoi derivati che si snoderà durante le altre stagioni dell’anno sul territorio provinciale. Una di queste tappe è il Christmas in Blues per il Natale in Città del Comune di Pordenone. Il primo appuntamento è il 4 dicembre alle 19 in piazza XX Settembre con Paolo Mizzau e la Doctor Love Band: Paolo “doc love” Mizzau, armonica e voce, Matteo Titotto, chitarra, Simone Serafini, basso, Andrea “smooth” Pivetta, batteria.

Il percorso artistico di Paolo “Doc Love” Mizzau, armonicista e vocalist classe 1959, inizia nel 1980, anno in cui forma i Bluesology, prima blues band di Pordenone, con cui riscuote l’apprezzamento dei cultori del genere in tutta Italia. Nel 1991 si lancia nell’avventura Bluesheads, formazione che mescola il suono del delta con il rock e il soul, partecipando alle edizioni 1994 e 2000 di Pistoia Blues e realizzando un album in studio, “High Electricity”. Nel 1995 fonda la Doctor Love Band, gruppo caratterizzato da un sound di matrice blues-swing, con cui intraprende di lì a poco un tour in California. Il terzo album “New Crash” a nome Paolo Mizzau & the Doctor Love Band rappresenta il sound della formazione attuale con una buona parte di brani originali, nati dalla collaborazione con Matteo Titotto, chitarrista del gruppo: la chitarra di Bob Margolin si aggiunge in un brano e la copertina è disegnata da Romeo Toffanetti, uno dei grandi fumettisti italiani dei giorni nostri. Paolo Mizzau collabora con i migliori musicisti della scena blues italiana come Jimmy Joe’s Band (Pistoia Blues Festival (ITA), Zgaga Festival (SLO), Mike Sponza, Capitan Jive, Abbey Town Jazz Orchestra (Jamboree Summer Festival), Massimo De Mattia, Vincenzo Barattin, Gigi Todesca, Bruno Cesselli e con artisti internazionali come Vincent Williams and Herbie Goins.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!