Cernedum, Anno Domini 1371

10 Giugno 2015

NIMIS. Anche quest’anno Cergneu torna indietro nel tempo, ricreando una vera e propria atmosfera medievale, per far rivivere gli usi e i costumi dell’epoca. Saranno tre le giornate della rievocazione, da venerdì 12 a domenica 14 giugno, con un ricco programma di eventi che coinvolgerà e stupirà il pubblico. Le giornate ricorderanno l’anno 1371, quando il Patriarca di Aquileia Marquardo conferma a Francesco di Cergneu l’investitura del feudo al quale si aggiungerà, un secolo dopo, il castello di Brazzacco. Il castello rimarrà abitato almeno fino al 1511 quando, a seguito di un violento sisma e della violenta rivolta del giovedì grasso, venne gravemente danneggiato e quindi abbandonato.

Castrum Cernedum 02Non lasciatevi sfuggire la possibilità di rivivere quei giorni, immersi nell’atmosfera del XIV secolo, mangiando alla tavola dei Nobili di Cernedum, riccamente imbandita di cibi prelibali. Cantastorie, giocolieri e saltimbanchi vi accompagneranno alla scoperta di questo mondo, mentre le guardie dei signori svolgeranno il loro “servizio” al castello per poi impegnarsi in dimostrazioni di movimenti di truppa e prove di armeggio. Dopo aver scoperto tutti i segreti della caccia col falcone, si potrà assistere alla ricostruzione della cerimonia di investitura con cui il Patriarca Marquardo consegnò il dominio del feudo al nobile Francesco di Cergneu. Non mancheranno dimostrazione di volo dei falchi, spettacoli teatrali, giocoleria e mangiafuoco, che saranno in grado di conquistare ed affascinare sia i grandi sia i più piccoli.

In più per il divertimento dei bambini, sarà attivo il laboratorio creativo “…ed ecco a voi dame e cavalieri!”, aperto tutta la giornata di domenica, dove i bambini a partire dai tre anni e accompagnati da un adulto, potranno realizzare sfavillanti armature, scudi, spade e tutto ciò che serve per sentirsi dei veri cavalieri. Senza dimenticarci delle fanciulle, che potranno realizzare dei principeschi copricapi. Novità di questa edizione sarà inoltre la Passeggiata dei Castellani, un percorso storico naturalistico alla scoperta delle erbe commestibili. Un ulteriore scorcio di vita medievale viene offerto dai numerosi banchi del mercato, dove i produttori e gli artigiani locali potranno mostrare i loro prodotti migliori in una sorta di vetrina del nostro territorio.

Castrum Cernedum 01Ecco il programma: Venerdì 12 ore 19.00: apertura chioschi – specialità porchetta arrosto; Sabato 13 ore 09:30: passeggiata dei Castellani, ore 15.00: apertura chioschi – specialità salame in salmì con polenta, ore 16.30: giochi e animazione per bambini, ore 18.00: teatro per bambini con l’Improbabile Compagnia “Masdalegar”, ore 21.00: teatro da strada con il gruppo Rufum “In Itinere”, ore 22.00: teatro da strada con giocoleria e mangiafuoco a cura di Ratatuie “Compagni di sventura”; Domenica 14 ore 10.00: apertura chioschi, mercato, laboratorio per bambini e mostra dal vivo di rapaci con didattica sull’arte della falconeria; ore 11.00: S.Messa nella Chiesa del Castello con corteo storico; dalle ore 12.30: a tavola con i Signori di Cergneu – specialità cinghiale in salmì con polenta; dalle ore 14.30 al tramonto: dimostrazioni di combattimento storico, spettacoli teatrali e di tamburini; ore 17.30: rievocazione dell’investitura di Francesco di Cergneu con corteo storico; ore 18.30: dimostrazioni di rapaci in volo; ore 20.00: spettacolo conclusivo a cura della Compagnia Teatrale Retroscena “La Saga de Languilla”

Per ulteriori informazioni scrivere a cernedum@gmail.com oppure visitate la pagina Facebook www.facebook.com/AssociazioneCulturaleCernedum .

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!