C’è anche il Mittel-Museo

22 Luglio 2014

CIVIDALE. Rientra nel nuovo corso avviato dal Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Cividale, Fabio Pagano, la partecipazione attiva, con MITTEL_MUSEO, al MITTELFEST, una delle più importanti manifestazioni culturali del Friuli Venezia Giulia che si svolge con successo da oltre venti anni nella Città di Cividale, recentemente proclamata patrimonio Unesco. Evento nell’evento, MITTEL_MUSEO mira a consolidare i rapporti dell’istituzione museale cividalese con le importanti istituzioni museali della mitteleuropa e a costruirne di nuovi. L’obiettivo è dar vita a percorsi condivisi e beneficiare delle reciproche relazioni internazionali. Per concretizzare tutto ciò è stato costruito un programma di eventi che prevede conferenze, visite guidate e concerti, che completa il cartellone del festival offrendo al pubblico – oltre la bellezza degli spettacoli – una conoscenza viva delle risorse storiche e turistiche che ancora oggi il territorio conserva.

Martedì 22 luglio, alle ore 17, Fabio Pagano, terrà una conferenza sul tema “I Longobardi: un popolo mitteleuropeo”, una narrazione delle vicende della migrazione longobarda fino ai confini italiani tra mito, storia e tracce archeologiche. Giovedì 24 luglio, alle ore 17, si terrà una conferenza con la presenza di una
rappresentanza del prestigioso Museo di Aquincum (Budapest) a cui è stato chiesto di raccontare il passato ed il futuro di una delle più antiche istituzioni museali del centro Europa. Al fine, inoltre, di condividere il clima che Mittelfest porta a Cividale sabato 26, alle ore 11, si terrà un concerto con ingresso gratuito tenuto dagli allievi del Conservatorio Tomadini di Udine con musiche di Robert e Clara Schumann.

Per favorire la conoscenza più approfondita del Museo, tra un evento e l’altro sono state organizzate visite guidate dagli archeologi del Museo alla mostra “Fortini antichi erano presso Cividale (domenica 20 luglio) e visite speciali dal titolo “Le pietre del Patriarchi” che conducono alla scoperta delle vestigia del palazzo
patriarcale conservato sotto il museo (lunedì 21 luglio – mercoledì 23 luglio ore 17– venerdì 25 luglio ore 11).
La partecipazione a tutte le iniziative è libera.

Condividi questo articolo!