Brutti anatroccoli a Gorizia

11 Novembre 2015

GORIZIA. Avventure e fiabe d’autore nel cartellone 2015 – 2016 dei “Pomeriggi d’inverno” a Gorizia, la Stagione regionale del teatro di Figura. Nove spettacoli d’autore, dal 28 novembre al 5 marzo 2016 al Kulturni Center Bratuz di Gorizia, per ritrovare i classici dell’infanzia e declinare il piacere dell’avventura nelle sue diverse sfumature: dal “Robinson Crusoe” di Defoe all’intramontabile “Zorro”, giustiziere mascherato, passando attraverso le scorribande di un bizzarro ladro di bestiame portate in scena da Gek Tessaro, le “Storie del buon Dio” narrate da Rilke, e due evergreen della fiaba per bambini, “La bella addormentata”, ripercorsa in un elegante gioco di linguaggi scenici, e “Il brutto anatroccolo”, riletto come un archetipo per la costruzione dell’identità nell’infanzia.

I brutti anatroccoli

I brutti anatroccoli

«Ad accogliere il pubblico, fuori abbonamento sabato 28 novembre – spiega Roberto Piaggio, direttore artistico della Stagione insieme con Antonella Caruzzi – sarà “L’anatra, la morte e il tulipano”, uno spettacolo di rara bellezza e intelligenza tratto da Wolf Erlbruch. Un gioco di squadra che ha riunito sapienza drammaturgica danza, parole e musica dal vivo grazie agli artisti Bruno Franceschini, Aldo Rendina, Federica Tardito e alla compagnia Sosta Palmizi». Promossa come sempre dal CTA – Centro di Teatro d’Animazione e Figure, la Stagione dei “Pomeriggi d’inverno” è realizzata in collaborazione con la Regione Fvg e il Ministero dei Beni Culturali, e inoltre con il Comune di Gorizia, la Fondazione Carigo e il Credito Cooperativo Cassa Rurale e Artigiana di Lucinico, Farra e Capriva. Consuetudine ormai radicata, alla fine di ogni spettacolo è la mela per tutti, in un piccolo momento conviviale. Il tutto rigorosamente bio e se possibile a km zero: un suggerimento per la merenda dei nostri bambini e non solo.

All’evento inaugurale, “L’anatra, la morte e il tulipano”, farà seguito sabato 12 dicembre, sempre con sipario alle 16.30, “I brutti anatroccoli”, la produzione di Unoteatro/Stilema di e con Silvano Antonelli, liberamente ispirata alla fiaba di Hans Christian Andersen. Una rilettura legata al momento di costruzione della propria identità, quando ci si confronta con modelli e stereotipi di efficienza e di “bellezza” rispetto ai quali è facile sentirsi a disagio.

Abbonamenti e prevendite in corso presso CTA Gorizia, tel 0481537280, www.ctagorizia.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!