Aperitivo in musica

23 Agosto 2014

PORDENONE. Ultimi appuntamenti nell’Estate in Città per l’iniziativa “Canoe sul Noncello”, promossa dalla polisportiva di Montereale Valcellina, Golden Eagle, Legambiente e dal campione olimpico Daniele Molmenti. Anche domenica 24 agosto alle 9 e alle 11 gli istruttori accoglieranno chi vorrà cimentarsi nella discesa del Noncello in canoa. Prima illustreranno le modalità di utilizzo del natante con particolare attenzione alla sicurezza (verranno forniti i giubbini salvagente e si utilizzeranno natanti adatti anche a principianti) e poi ci sarà una discesa collettiva fino a Vallenoncello con attracco alla Vecchia Dogana. Per prenotare la lezione gratuita, scrivere una mail a corso.canoa@comune.pordenone.it o chiamare il 339-7666227.

Enrico Coden

Enrico Coden

Il concerto aperitivo di domenica 24 agosto alle 11 nel Convento di san Francesco a cura del Conservatorio Tomadini per l’Estate in Città mette in luce il lavoro delle 2 classi di composizione (condotte dai professori Miani e Pagotto), molto attive durante tutto l’anno accademico con nuovi progetti (come il “Luciano Berio”) e collaborazioni internazionali, grazie a una produzione intensissima di docenti e allievi. Rispetto all’avanguardia degli anni passati, spesso legata a uno strutturalismo di severa ricerca matematica che perveniva a un linguaggio complesso ai limiti dell’ineseguibilità, oggi la molteplicità e la diversissima estrazione dei linguaggi musicali a disposizione, spesso uniti fra loro (World Music, Minimal Music, Neoromanticismo, Neoimpressionismo, linguaggi appartenenti alla sfera un tempo non considerata colta) favoriscono il proliferare della creazione e una eseguibilità più agevole.

Alda Merini

Alda Merini

Il programma è costituito da brani composti traendo ispirazione da brani poetici contemporanei, creando così nuovi e originali legami tra musica e letteratura, associandovi spesso anche il canto. Scrivere musica vocale con strumenti era una pratica amatissima nei secoli passati e quasi abbandonata nel secondo dopoguerra. E’ dunque particolarmente significativo il fatto che le giovani generazioni abbiano ripreso a farlo all’insegna di stimolanti riconsiderazioni del rapporto musica-testo, basilare in tutta la grande tradizione musicale occidentale a partire almeno dalla civiltà greca classica. Alessio Domini suonerà al pianoforte la sua Savalons. Nadia Petrova (soprano) e Alessio Domini (pianoforte) eseguiranno tre liriche su testo di Alda Merini di Simone Comisso e Cantares populares (testi di Federico Garcia Lorca) di Daniele Russo. Eva Miola (mandolino) e Pierluigi Clemente (chitarra) suoneranno Cinque pezzi per mandolino e chitarra di Stefano Cascioli. L’Aha, per ottavino e clarinetto piccolo di Andrea Alzetta è affidato a Enrico Coden e Maria Benedetti. My perennial nest di Emily Dickinson ha ispirato a Maria Beatrice Orlando una composizione per soprano ed ensemble affidata a Nadia Petrova (soprano), Marina Coccato (flauto), Anna Molaro (violoncello) e Jelena Engelhardt (arpa). Alessio Domini, dirigerà infine La Torre dei venti di Silvia Valentini su testo di Andrea Zanzotto, interpreti Nadia Petrova (soprano), Marina Coccato (flauto), Maria Benedetti (clarinetto), Alessio Venier (violino), Federica Tirelli (viola), Anna Molaro (violoncello) e Jelena Engelhardt (arpa). Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!