Aperitivo con Paganini

18 Agosto 2012

Emanuele Bastanzetti

PORDENONE. Per il concerto aperitivo delle 11 nell’auditorium di PArCo per l’Estate in Città il Conservatorio Tomadini propone uno dei suoi migliori talenti, il violinista Emanuele Bastanzetti, noto anche a livello nazionale e internazionale, e apprezzato per virtuosismo e capacità interpretativa. Per l’occasione, accompagnato da Alessandro Marinelli al pianoforte, eseguirà il Concerto in re maggiore di Paganini, considerato uno dei brani più complessi in assoluto del repertorio violinistico. Ma non sarà da meno il grande trittico pianistico di Cesar Franck, proposto da Giorgia Franceschin, pagina di barocca monumentalità, oggi meno eseguita che in passato. Completa il programma Ravel con Préludes 1er livre. I concerti aperitivo si inseriscono nella programmazione di PArCo che questa estate intreccia musica, visite guidate e laboratori per bambini.

Giovedì 23 agosto ci sarà un doppio appuntamento alle 18 con la visita guidata classica e alle 21 con l’incontro più ravvicinato e insolito con gli artisti grazie all’attrice Carla Manzon che ne racconterà la vita, leggendo e interpretando le parole scritte dagli stessi artisti esposti nella mostra Arte per tre generazioni. Mercoledì 29 agosto, alle 17.00, per i bambini e la famiglie ci sarà il laboratorio didattico condotto da Julia Artico “Dall’albero alla scultura”. Venerdì 31 agosto, infine, alle 17, ci sarà una visita guidata alle due mostre. Le visite guidate sono a cura di Isabella Reale, curatrice anche delle due esposizioni in corso visitabili fino al 2 settembre (la domenica con apertura mattutina e pomeridiana): Arte per tre Generazioni e Contemporanea/mente. Tutte le iniziative, come le mostre, sono ad ingresso libero.

Alle 17.30 gli operatori di Eupolis condurranno una visita a tema al Museo Archeologico di Torre, tutta incentrata sui ritrovamenti di epoca romana, che fanno riferimento ai resti della Villa poco distante. Grazie ai recenti studi, restauri e a una accurata opera di ricostruzione, inoltre, il Museo ha allestito due stanze dedicate alla villa che riproducono quella che doveva essere la sua originaria decorazione parietale: degli affreschi decisamente di lusso.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!