Amori sotto il tiglio

25 Novembre 2012

MORUZZO. Il 30 novembre (alle 20,30) nella sala consiliare del comune di Moruzzo sarà presentato il libro “Amors furlans sot dal tei”. La tradizione, spesso vista come freno al progresso, è in realtà un bene prezioso per un popolo. Gli ricorda da dove viene e, se si sa capire, fornisce validi punti di riferimento per il futuro. Ha perciò un significato profondo quanto per esempio si sta facendo a Moruzzo, dove è in atto un progetto teso a recuperare ambiti poco esplorati della vita di relazione, come il corteggiamento e il matrimonio. Un’intera comunità si è resa periò disponibile a ricreare momenti, ambientazioni e anche emozioni del Friuli di un tempo. Così facendo, sono stati riscoperti anche case e luoghi caratteristici del paese: per suggerire ai giovani d’oggi un itinerario romantico sui sentieri, da poco ripristinati, di uno dei più bei paesi friulani.

Questo volume è solo il primo passo di un progetto lungo un anno che vedrà in scadenze particolari, riprese dalle antiche consuetudini, un susseguirsi di eventi e manifestazioni, il cui filo conduttore sarà sempre l’immagine emblematica proposta sulla locandina e sull’invito: il tenero e pudico atteggiamento di due innamorati friulani del passato. Tutto questo con sullo sfondo l’albero di tiglio, così importante nelle comunità friulane e anche slovene.

Il progetto è curato da Roberta Masetti. Le fotografie del libro sono di Fioretta Lizzi e Donatella Caposassi. La Bumaga Service ha curato la progettazione grafica.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!