Al Museo di Aquileia si riflette sull’accessibilità

2 Dicembre 2014

AQUILEIA. Con lo slogan “Un giorno all’anno tutto l’anno” il MiBACT – e quindi anche la Soprintendenza per i beni archeologici del FVG – conferma anche per il 2014 il suo impegno ad assicurare le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione del patrimonio culturale, nel rispetto dell’art. 30 della Convenzione dell’ONU sull’accesso alla cultura quale diritto fondamentale delle persone con disabilità. Fortemente simbolica la giornata del 3 dicembre “Giornata dei diritti delle persone con disabilità”, si presenta come un’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di abbattere ogni tipo di barriera e per sviluppare tutti i cambiamenti necessari al miglioramento delle condizioni di vita delle persone con disabilità.

Per Aquileia il 3 dicembre è ormai un appuntamento strategico ricorrente, un momento di incontro importante per riflettere sul tema dell’accessibilità ai beni culturali, attraverso il lavoro congiunto del Museo Archeologico Nazionale, delle Università di Trieste e di Udine e dell’associazione culturale “Studio Didattica Nord Est”.

Al Museo archeologico di Aquileia, dalle 9.45 alle 12.30 ci sarà l’incontro su “La dimensione comunicativa dell’accessibilità”. Il contributo di alcuni esperti e studiosi, che sviluppano ricerche nel campo del Design for All, illustrerà le criticità legate all’accessibilità ai beni culturali e le possibili soluzioni, nonché la visione che dovrebbe indirizzare le azioni orientate al superamento delle barriere di ogni tipo, materiali e immateriali, che limitano l’accesso ai beni culturali, in ciò contribuendo a un’efficace crescita culturale delle categorie più vulnerabili di utenza e garantendo il diritto alla cultura e alla “bellezza”, risultato di un’identità millenaria e riconosciuta nel dettato costituzionale.

All’incontro parteciperà anche Vincenzo Zoccano, Presidente della Consulta Regionale Disabili e loro Famiglie e il CRIBA, Centro Regionale di Informazione e formazione sulle Barriere Architettoniche del FVG.  

Dalle 14 alle 17.30 “Tocchi di colore”. Si tratta di una sperimentazione di nuovi percorsi tattili incentrati sul tema del mosaico nel mondo antico, a cura di Marta Nardin dello “Studio Didattica Nord Est” e di Elena Braidotti del M.A.N. di Aquileia. Saranno esplorate in modo multisensoriale le tecniche, gli strumenti e i materiali che contribuirono all’esecuzione dei celebri mosaici aquileiesi. Il laboratorio, aperto a tutti, è soggetto a prenotazione ed è limitato a gruppi di massimo 10 persone alla volta. Per prenotare: museoarcheoaquileia@beniculturali.it , Tel 0431-91035.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!