Al giovedì si va al concerto

25 Marzo 2014

TAVAGNACCO. Proseguono con l’appuntamento del 27 marzo i “Concerti del Giovedì”, la stagione organizzata dal Comune di Tavagnacco in collaborazione con il Conservatorio di Musica “J. Tomadini” di Udine, la Pro Loco e la Fondazione Bon. Sul palco del Centro Civico di via della Madonnina a Tavagnacco, con inizio alle 20.45, salirà il duo composto da Erica Fassetta al violino e Gianni Fassetta alla fisarmonica che interpreteranno musiche di C. Porumbescu, Bach-Kodaly, D. Scarlatti, E. Morricone, A.Piazzolla, R. Galliano, N. Paganini, V. Monti.

erica fassettaErica Fassetta, allieva del Maestro Glauco Bertagnin, a 19 anni si è diplomata al Conservatorio di Venezia, perfezionandosi poi a Lugano nella classe del Maestro Massimo Quarta. Attualmente è allieva del Maestro Ilya Grubert. Nel 2002 ha vinto il Primo Premio Assoluto al Concorso Internazionale di Castiglione delle Stiviere (Mantova). Collabora con diverse orchestre e suona stabilmente in varie formazioni cameristiche, tra le quali in duo con la pianista Stefania Fassetta, il trio d’archi “Lefabò”, il gruppo d’archi “Le Putte di Vivaldi” di Venezia e “I Musici di Vivaldi”.

gianni fassettaGianni Fassetta, allievo del Maestro Boschello, ha poi seguito i corsi di perfezionamento di F. Lips e W. Zubintsky. Divenuto ben presto un virtuoso della fisarmonica ha vinto 15 primi premi in vari concorsi nazionali e internazionali. Svolge intensa attività concertistica come solista e in varie formazioni cameristiche, esibendosi in importanti festival e rassegne in Italia e all’estero. Ha al suo attivo incisioni discografiche come solista e in diverse formazioni. Ha partecipato alla realizzazione della colonna sonora del film Vajont di Renzo Martinelli, componendo due brani per fisarmonica e quartetto d’archi, editi dalla Sugar Music di Milano. Collabora dal 2009 con il premio Oscar Nicola Piovani. Tiene regolarmente corsi di perfezionamento. È docente al Conservatorio Statale di Musica di Udine per i corsi triennali e biennali, la Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro e l’Accademia L. Fancelli di Pordenone.

Ingresso libero

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!