A tavola con Goldoni: un evento gradito e da ripetere

2 Giugno 2015

SACILE. Terzo evento e terzo successo per il Piccolo Teatro Città di Sacile, che ha concluso con un festoso brindisi e un menu dedicato alla Francia il progetto speciale “A tavola con Goldoni”, ultimissimo segmento della Stagione teatrale di “Scenario”, condotto grazie al supporto della Regione e della Fondazione Crup, in collaborazione con la Città di Sacile e in sinergia culturale con l’Accademia Italiana della Cucina.

PT_tavola_goldoni_Sacile23Filo rosso tra Venezia e a Francia per l’ultimo appuntamento, che ha visto la partecipazione di Bernadette Cousin, presidente della Compagnia teatrale de I Coragi di La Réole “gemella” del Piccolo Teatro, insieme alla ricercatrice e “food writer” veneziana Carla Coco e a Emilie Cousin, unica donna in cattedra tra i 25 colleghi chef del Lycée de Gascogne di PT_tavola_goldoni_Sacile22Bordeaux. Particolarmente apprezzata anche questa volta dal numeroso pubblico in sala è stata la formula originale data agli eventi, con le relazioni presentate dai vari esperti sugli argomenti selezionati dal Piccolo Teatro insieme all’Accademia, seguite da alcune frizzanti scene teatrali tratte dai più celebri copioni goldoniani ed interpretate dagli attori della Compagnia sacilese e dagli amici del gruppo de La Bottega di Concordia Sagittaria. Vini di Bordeaux naturalmente per l’ultimo brindisi a Palazzo, mentre la conclusione è stata riservata ai menu in tema proposti dalla Trattoria Cavour, partner essenziale del progetto per offrire al pubblico l’opportunità di assaggiare piatti e sapori storici, spesso oggi desueti, dalle tradizioni culinarie della laguna alle ricette di terra e di mare dell’Adriatico e dell’Istria, fino alle raffinate mode di Francia, tra ostriche, fricandò e “biancomangiare”.

Visto il successo del progetto, molti sono già i suggerimenti lanciati per una prossima edizione, alla scoperta di altri stuzzicanti sapori, dalle tavole del palcoscenico a quelle imbandite con nuove squisitezze, da conoscere e gustare insieme.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!