A Pordenone si “rockenrolla”

24 Agosto 2012

PORDENONE. Sabato 25 agosto sarà una giornata da vivere a tutto rock’n’roll per l’Estate in Città grazie al Pordenone Blues Festival, con quartier generale tra la corte interna della Provincia e piazza San Giorgio. Si comincia sin dal mattino (dalle 10) con la festa del rock’n’roll, surf, twist, boogie woogie con esibizione di auto americane, moto e scooters d’epoca e moderne a cura di Old School Garage – Usa Car Club, 50 Brothers Car Club Castelfranco Veneto e Civico 10 Cordenons. Saranno allestiti stand vintage, anche con un angolo dedicato alle acconciature e per tutta la giornata si alterneranno dj set di Zellaby e Ricky Shake, con ritmi americani anni ’40,’50 e oltre: dallo swing, al rhythm and blues, al rock’n’roll e rockabilly, dal doo-wop fino al surf. Alle 16.30 scoccherà l’ora del ballo con lo stage gratuito di rock’n’roll a cura della Top Dance Pordenone – Rising Stars.

Alle 18.30 il concerto aperitivo sarà condotto da Surfer Joe & his boss combo. Lorenzo Surfer Joe è uno dei maggiori sostenitori della surf music moderna, partecipando a tutte le manifestazioni a tema nel circuito mondiale (Surfer Joe Summer Festival di Livorno, SurfGuitar101 Convention di Los Angeles, Tiki Oasis di San Diego, North Sea Surf Festival olandese). Ha suonato con musicisti di gran nome nel genere come Daddy-O Grande, John Blair e Paul Johnson, salendo sul palco oltre 1.000 volte negli ultimi 15 anni. Ha abitato per 7 anni ad Antigua dove ha fondato i Wadadli Riders, prima e unica surf band dai Caraibi. Il Boss Combo è il prosieguo del lavoro degli Wadadli Riders, con una band rinnovata nel 2011 e un impatto più aggressivo e rivolto al surf delle origini, in stile Dick Dale. I brani sono interpretati in maniera potente, passando da toni più violenti a sonorità più morbide e leggere.

Alle 21.30 scatterà il Rock’n’roll Party con il concerto dei The love bandits, band bolognese che si ispira alla tradizione musicale americana degli anni ’50 proponendo un repertorio particolarmente ricercato a cavallo fra il rhythm & blues nero e il rock’n’roll bianco; un’alchimia che dà vita a uno spettacolo pieno di energia e dal ritmo trascinante, il tutto condito dalla verve e dallo stile graffiante dei musicisti. Un concerto tutto da ballare e saltare. La band è composta da musicisti di grande esperienza, ognuno con produzioni discografiche di rilievo e collaborazioni con artisti di grande livello tra cui James Burton, l’ultimo chitarrista di Elvis Presley). Durante la giornata si potrà anche visitare la mostra allestita negli spazi espositivi della Provincia, dove alle 17 ci saranno prove musicali di microfoni, armoniche e amplificatori vintage, con Gianni Massarutto, Paolo “Doc Love” Mizzau e Matteo Titotto (chi vuole può portare il proprio strumento). In caso di maltempo i concerti si terranno al Deposito Giordani.

Alle 18 nel Parco del Museo archeologico di Torre, protagonista di Parco Sonoro, sarà la Filarmonica Città di Pordenone, diretta da Didier Ortolan, anche curatore della rassegna bandistica itinerante nei parchi cittadini.

La Compagnia di Arti & Mestieri, a Villanova di Pordenone durante la Festa in Piassa, alle 18.00, presenta lo spettacolo per bambini “Barba Zhucon” con Bruna Braidotti e Bianca Manzari e l’accompagnamento musicale di Gianluca di Luzio. La storia narra di due simpatiche barbone clown e una vecchia valigia con tante storie da raccontare e sogni da realizzare. Un tappo è il pretesto per raccontare a due voci in veneto e italiano la storia universale di Barba Zhucon tratta dalla riscrittura della favola di Andrea Zanzotto nel veneto di Pieve di Soligo. La storia di Barba Zhucon è la storia della beffa che madre e figlia fanno allo zio mago e cattivo. In cambio della padella per far le frittelle lo zio vuole un “poche de fritole”, ma invece si vedrà recapitare delle belle “petole”: cercherà allora di vendicarsi mangiando la bambina che gli ha fatto lo scherzo, ma le due donne riusciranno a farlo scappare. La storia viene raccontata a due voci, in veneto con traduzione simultanea in italiano, dalle due narratrici che si alternano nei ruoli, vivendo nel contempo i loro buffi bisticci di barbone in competizione nell’accaparrarsi gli oggetti e la simpatia del pubblico. Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!