A Pordenonelegge parte la ‘maratona’ tra autori e libri

15 Settembre 2021

Nadia Wassef

PORDENONE. Con un centinaio di protagonisti nell’arco di dodici ore, entra nel vivo domani, giovedì 16 settembre, la 22^ edizione di pordenonelegge, Festa del Libro con gli Autori. Tra tanta… abbondanza, abbiamo scelto di segnalare l’attesa anteprima internazionale dell’autrice egiziana Nadia Wassef, che firma “La libraia del Cairo” (Garzanti), un memoir ambientato in Egitto: la storia dei libri che servono a far circolare le idee e della libreria indipendente “Diwan” nata nel 2002 e subito diventata polo di aggregazione sociale, ma anche specchio degli accadimenti del Paese negli ultimi 20 anni. Nadia Wassef, che adesso vive a Londra, sarà intervistata dalla giornalista Marianna Maiorino (ore 21.30 Capitol e in diretta streaming su pnlegge Tv). E domani al festival approda in anteprima un’altra storia forte di donna, quella della rom Marianna A., venduta dal padre, costretta al matrimonio, risorta infine da esperienze durissime di povertà e violenza. “Spirito libero e sangue caldo. Autobiografia di una donna rom” sarà presentato a pordenonelegge, a cura di Luigi Nacci per Ediciclo (ore 20.30 Auditorium Istituto Vendramini).

Numerose le novità italiane in programma domani. Agli anni dei suoi esordi professionali come infermiere ripensa l’artista Giacomo Poretti, componente del notissimo Trio Aldo Giovanni e Giacomo, per presentare “Turno di notte. Storia tragicomica di un infermiere che avrebbe voluto fare altro” (Mondadori). Conversando con i cabarettisti Andrea Appi e Ramiro Besa – al secolo ‘I Papu’ – sfoglierà per il pubblico un romanzo fatto di mille personaggi meravigliosi – suore, infermieri, pazienti, dottori – nel quale confluiscono le esperienze dei suoi trascorsi in corsia … (Spazio San Giorgio alle ore 21 e in differita venerdì 17 settembre alle 10 su pnlegge Tv).

Giacomo Poretti

Alla narrativa, in una avvincente chiave noir, torna lo scrittore Tullio Avoledo, che a pordenonelegge presenta il nuovo “Come navi nella notte” (Marsilio). Un’indagine che si dipana tra una Trieste oscura e una spiaggia friulana. Con l’autore dialogano la scrittrice Antonella Sbueltz e il giornalista Lorenzo Marchiori (ore 21 Spazio Gabelli). Ancora a una storia vera, un episodio di cronaca della Palermo di Lima e Ciancimino, è dedicato il libro di Mariaelena Porzio, “Ciaculli, Cronaca di una strage” (Gaspari): per riportarci nel tragico momento della deflagrazione voluta da Cosa Nostra, che uccise sette uomini nella borgata agricola di Ciaculli (ore 16 Auditorium Istituto Vendramini). Marco Anzovino firma la storia di due adolescenti e con “Alla fine dei baci” (Biblioteca dell’Immagine) ci offre un romanzo che racconta l’irrefrenabile vitalità e l’immensa fragilità di questa età della vita, che precede il passaggio al mondo adulto.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!