A Lignano anche visite guidate alla scoperta dell’arte

31 Luglio 2020

Sculture al Parco del Mare

LIGNANO. Alla scoperta dell’arte presente a Lignano. Anche una città tutta vocata al turismo propone alcuni luoghi di contaminazione artistica che in questi giorni la guida turistica Giuliana Morsanutto aiuta a scoprire, con delle visite guidate. Si può così andare alla scoperta per esempio del Parco del Mare sull’area demaniale in concessione alla società Lignano Pineta, teatro per una decina di anni di un Simposio internazionale di Scultura su pietra piasentina e di Aurisina. Oggi vera e propria esposizione all’aperto, con trenta opere in pietra di artisti internazionali e una dozzina di opere in metallo di Simon Benetton e di Luciano Ceschia, lasciate alla libera visione del pubblico.

Mosaico al Bagno 4 su disegno di Celiberti

Il tour prosegue con una passeggiata in piazza Marcello D’Olivo dove si trova – nei pressi della fontana ornamentale – una scultura in pietra d’Istria commissionata da Renzo Ardito e Renato Martin – allora presidente e vicepresidente della società – realizzata nel 1983 dall’artista udinese Giorgio Celiberti e dedicata ai fondatori della società Lignano Pineta e quindi sul Lungomare Kechler, diventato ormai un museo di opere musive open air. Assieme alla guida i turisti potranno ammirare i mosaici realizzati dalla Scuola di Mosaico di Spilimbergo all’ingresso degli stabilimenti balneari di Lignano Pineta, replicando grazie al lavoro di adattamento della designer Lucia Ardito opere di artisti contemporanei: Gianni Borta al bagno 7 – bandiera austriaca, Luigi Del Sal al bagno 5 – bandiera svizzera, Giorgio Celiberti al bagno 4 – bandiera italiana, Marcello D’Olivo al bagno 3 – bandiera inglese, per finire con il mosaico sulla “mezzaluna” di piazza Marcello D’Olivo sotto la passeggiata sopraelevata. Durante la visita sarà possibile anche osservare gli specializzandi della Scuola di Mosaico del Friuli al lavoro per completare l’opera all’ingresso del bagno 2 – bandiera tedesca, tratta da un disegno dell’artista friulano Luciano Ceschia, riprodotto anche sui foulard in seta dell’azienda tessile Annamaria di San Michele al Tagliamento, che rifornisce tanti punti vendita in Italia e presente con un negozio sul “treno” o centro commerciale di Lignano Pineta. Il titolare, Giovanni Caneva, ha voluto omaggiare anche il mosaico che si trova in fondo alla passeggiata sopraelevata, riprodotto in parte nell’insegna del negozio.

«Arte, cultura, enogastronomia, sono i temi su cui puntare per poter caratterizzare e distinguere la destinazione turistica di Lignano Pineta e Lignano Sabbiadoro in generale – commenta Giorgio Ardito, presidente della società Lignano Pineta – grazie alla collaborazione con enti e associazioni, siamo sempre al lavoro per raggiungere questi obiettivi e con le contaminazioni artistiche in atto a Lignano Pineta assistiamo a un vero proprio “contagio del bello”».

Per informazioni sui tour artistici guidati è possibile contattare la guida Giuliana Morsanutto al numero + 39 347 4409002.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!