A Jesolo i premi Best Gourmet of Alpe Adria Bene il Fvg

22 Settembre 2020

JESOLO. Best of Alpe Adria è il riconoscimento internazionale, giunto alla 10°edizione, creato nel 2011 da Maurizio Potocnik, editore e critico enogastronomico, con la collaborazione del gruppo di giornalisti senior esperti del settore enogastronomico che ogni anno assieme all’editore selezionano i 400 migliori ristoranti, i 100 migliori vini e i 50 prodotti d’autore, con l’intento di promuovere e mettere in evidenza quanto di meglio si è visto, assaggiato, testato durante l’anno, tra Italia, Austria, Slovenia e Croazia. In questa 10^ edizione dalle 11.30 alle 12.30 di giovedì 24 settembre sfileranno di fronte al famoso faro di Jesolo, ben 21 Awards, dei quali 12 alla ristorazione, 5 nella sezione vini e 3 nella sezione dedicata al food. A seguire alle 13 il brindisi e il pranzo che quest’anno sarà curato dagli chef dei ristoranti Marcandole di Salgareda e TerrazzaMare Marcandole al Mare che da oltre 5 anni accolgono questa manifestazione con grande successo.

Tutti presenti i campioni di cucina, gli chef, i ristoratori, gli uomini di sala, i vini e i migliori prodotti. Venezia in prima linea con due importanti premi alla “Miglior carta vini”, che va alla Gastrosteria Ai Mercanti, curata da Simone Poli, e al miglior piatto dell’anno, lo “Spaghetto in cassopipa”, del ristorante Antiche Carampane, condotto da Francesco Agopyan. Molto bene anche la provincia di Udine che vede assegnati 3 premi nella ristorazione, tra i quali il “Ristorante dell’Anno”, al ristorante Ilija del Golf Club di Tarvisio dello chef-patron Ilija Pejic, chiamato anche lo chef delle 3 nazioni; Award “Miglior Ristorante di Montagna” al ristorante Baita Monschein della famiglia Kratter di Sappada, e Award “Chef Dell’anno” a Stefano Basello del ristorante Al Fogolar del Là di Moret, chef che si è distinto in cucina e con profonda sensibilità socio-culturale con la realizzazione del pane da cortecce e licheni di alberi abbattuti nella tempesta Vaia dell’ottobre 2018.

In provincia di Belluno, nell’Agordino, un premio speciale alla ricostruzione dopo la disastrosa tempesta Vaia, al ristorante Hotel Alle Codole, ricostruito in breve tempo nonostante i gravi danni subiti, continuando un percorso di qualità a tavola a 360°. Due Awards importanti assegnati anche nel veronese: ad Enrico Fiorini gestore del ristorante San Martino di Legnago, della pizzeria Al Borgo di Palesella e della pizzeria Forkette in centro a Verona, per la professionalità, lo stile manageriale e la profonda conoscenza del mondo del vino; altro importante riconoscimento nel centro storico della città di Romeo e Giulietta, è assegnato a Simone Lugoboni del ristorante Oste Scuro in qualità di “Miglior ristorante di Mare”. Nel padovano, un premio al “Miglior ristorante emergente” La Posa degli Agri e al suo chef Andrea Alan Bozzato, per il concept attualissimo del “ristorante di campagna”. Anche in provincia di Treviso 3 riconoscimenti importanti, uno all’Osteria dei Mazzeri di Follina, gestita dai Fratelli Mazzeri “Miglior Ristorante della Tradizione”, un premio dedicato alla “Miglior pasticceria fine al ristorante” assegnato al Pastry Chef Fabio la Commare del ristorante Tre Panoce gestito da Tino Vettorello, ed, ancora, un premio che sorprende dedicato alle migliori pizze gourmet realizzate nella macroregione, con il Veneto regione al primo posto per questo segmento ristorativo, che quest’anno va al trevigiano Davide Croce ed al suo ristorante/pizzeria Equilibri di Treviso. Chiude la sezione ristoranti il riconoscimento che va a Peter Brunel di Arco in provincia di Trento come “Miglior apertura dell’anno”.

Tra i Wines Awards 2020 vincono il veronese Tamellini con il Millesimato 2010 tra le bollicine a matodo classico, il vicentino Firmino Miotti con il suo Strada Riela sui lieviti (ancestrale con il fondo), il trevigiano Adami (per il metodo italiano) con il Credas Rive di Farra di Soligo Prosecco Superiore Docg. Nel Friuli Venezia Giulia in evidenza il Sauvignon Ronco delle Mele 2018 di Venica & Venica in provincia di Gorizia, come miglior vino bianco e, tra i vini rossi, il Teroldego Rotaliano Doc di Donati Marco di Mezzocorona, in provincia di Trento.

Per quanto riguarda la sezione Food Awards in provincia di Treviso anche il premio del miglior formaggio in Alpe Adria conferito alla Latteria Perenzin per il formaggio di Bufala al Glera. A Gorizia premiata la piccola attività artigianale L’Antica Ricetta di Cormons con il premio miglior prodotto dolciario per la Gubana e l’Elisir San Zuan. A Ferrara un premio importante dedicato alle panificazioni va al Panificio artigiano di Farinelli di Lagosanto con il suo speciale e fragrante pane “Coppia ferrarese”, un pane d’antica tradizione nella golosa provincia di Ferrara.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!