A Gorizia si ricorda Sissi nei 120 anni dalla morte

8 Settembre 2018

GORIZIA. Lunedì 10 settembre, alle 18, alla galleria d’arte “Mario Di Iorio”, nel complesso della Biblioteca statale Isontina, si terrà l’incontro “Nel 120esimo anniversario della scomparsa di Elisabetta d’Austria: tragedia e mito nella poesia italiana”. L’evento, con letture di Clara Zuch e con Antonio Galligioni al violoncello, è curato da Mimmo Calò ed organizzato in collaborazione con il comitato di Gorizia della Società Dante Alighieri. Sono in programma letture da Heine, Carducci, D’Annunzio, Pascoli e da pagine scritte dalla stessa Elisabetta d’Austria.

Il 10 settembre 1898, come si ricorderà, moriva a Ginevra, all’età di soli 61 anni, Elisabetta di Wittelsbach, imperatrice d’Austria e regina d’Ungheria, pugnalata dall’anarchico Luigi Lucheni. La notizia dell’assassinio scosse l’intera Europa.

“Bionde Valchirie a voi diletta sferzar de’cavalli, sovra i nembi natando, l’erte criniere al cielo. Via dal lutto uniforme, dal piangere lento de i cherci rapite or voi, volanti, di Wittelsbach la donna. Ahi quanto fato grava su l’alta tua casa crollante, su la tua bianca testa quanto dolore, Absburgo!”: così il Carducci, facendosi interprete dell’ondata di sincera commozione che travolse l’Europa, si espresse in “Alle Valchirie”, composta quasi di getto tra il 22 e il 25 settembre.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!