Premiati i campioni dell’automobilismo sportivo

6 Marzo 2019

MOIMACCO. Si sono svolte nel suggestivo e affollato Salon de Foladure di Villa de Claricini Dornpacher a Moimacco le premiazioni della 36^ edizione del Campionato Automobilistico del Friuli Venezia Giulia 2018. La manifestazione, orchestrata dal decano dei giornalisti Piero Micoli, è stata aperta dal saluto del fiduciario regionale di Aci Sport Sonia Borghese la quale ha illustrato il panorama degli eventi automobilistici svoltisi nella passata stagione sul territorio regionale tra cui spiccano la prova mondiale di Cross Country rally Italian Baja a Pordenone, l’Europeo Fia rally storici Alpi Orientali a Udine, la gara di Velocità in salita Verzegnis Sella Chianzutan valida per il campionato Italiano.

In tutto 17 appuntamenti tra le varie specialità automobilistiche che hanno reso la Regione Fvg la più blasonata d’Italia e hanno attirato oltre 1.400 partecipanti e migliaia di spettatori e addetti ai lavori. Estremamente positivo devi quindi essere considerato l’impatto economico di tali eventi sportivi per il contributo apportato allo sviluppo dei territori su cui insistono, per il ritorno economico a favore degli operatori e la conseguente crescita dei gettiti fiscali, che dovrebbero rappresentare rilevanti ragioni di interesse pubblico per l’Amministrazione regionale chiamata a sostenere la spesa dei costi di organizzazione. Ha preso quindi la parola il sindaco di Moimacco Enrico Basaldella che ha portato i saluti dell’amministrazione comunale.

Il vincitore assoluto

Nel suo intervento, l’assessore regionale Cultura e Sport Tiziana Gibelli, in rappresentanza della Giunta Regionale, ha sottolineato il proprio impegno nel porre le basi di un nuovo sistema di gestione del comparto sportivo, più attento agli sport minori e all’impatto delle iniziative sul territorio con l’avvio di una nuova programmazione che porterà allo spostamento di risorse verso le associazioni sportive dilettantistiche, dagli sport maggiori verso gli sport cosiddetti minori. L’onorevole Roberto Novelli ha evidenziato il clima di grande famiglia che caratterizza il mondo sportivo automobilistico regionale, l’alto valore sociale creato dal rispetto delle regole sportive e l’importanza di manifestazioni ben organizzate e curate sotto l’aspetto della sicurezza. La Presidente degli Automobile Club regionali Cristina Pagliara ha colto l’occasione per ricordare che il tema della sicurezza è da sempre stato un cavallo di battaglia per l’Aci, che promuove sul territorio numerose campagne di sensibilizzazione ed iniziative anche a livello scolastico per affrontare il tema anche con i bambini della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria.

I premiati delle varie specialità hanno quindi potuto ricevere i loro riconoscimenti direttamente dalle mani di vari personaggi e autorità sportive e civili: i primi dieci classificati della Velocità e il vincitore Federico Borrett hanno così potuto stringere la mano al noto costruttore di F1 Giancarlo Minardi, ospite d’onore della manifestazione, il quale a fine serata ha tenuto incollati alle sedie fino alla fine tutti i numerosi presenti rimasti ad ascoltare affascinati i suoi racconti di una vita vissuta in mezzo alle automobili e dei 21 anni passati da protagonista col suo team nel circus della Formula 1 dal quale sono passati famosi piloti del calibro di Giancarlo Martini, Elio De Angelis e Michele Alboreto, solo per citarne alcuni.

È stata poi la volta dei protagonisti della classifica conduttori rally che ha visto primeggiare Michele Buiatti con i premi consegnati dalla dolce signora Mannucci, moglie dell’indimenticato navigatore Mario che in coppia con Sandro Munari rappresentano un mito nelle corse automobilistiche. L’assessore Gibelli ha distribuito i riconoscimenti ai primi 10 classificati della categoria navigatori vetture moderne e storiche e cross country con in testa il cividalese Denis Piceno, vincitore anche della classifica assoluta per la quale gli è stato consegnato il Trofeo Civibank dalle mani del responsabile Marketing e comunicazione Sergio Paroni.

Il Consigliere regionale Elia Miani ha poi portato il saluto dell’Assemblea regionale al momento della consegna dei premi ai piloti protagonisti delle gare di autostoriche Velocità e Rally, tra cui si è imposto Rino Muradore, ed ai conduttori della specialità Cross Country rally con in testa Tomasini Andrea. I piloti e navigatori della Regolarità auto storiche e moderne, tra cui troviamo i vincitori Turchet Gianluca e Mezzavilla Gianni sono stati premiati dall’onorevole Roberto Novelli. A seguire, gli under 23 capitanati da Altoè Alessandro, che hanno ricevuto la loro coppa dal vulcanico Giorgio Croce, organizzatore di manifestazioni ad alto contenuto tecnico e di livello internazionale, rappresentante in seno Aci sport ed alla Federazione internazionale dell’Automobile per il settore della velocità in salita.

Lo stesso Giorgio Croce è stato quindi premiato dal Presidente dell’Ac Pordenone, da sempre convinto sostenitore del Campionato quale veicolo di promozione dell’attività sportiva di Aci, per la vittoria tra le scuderie automobilistiche regionali con la sua Friuli Acu. Come detto, la serata si è conclusa con la premiazione della classifica assoluta da parte di Giancarlo Minardi e Sergio Paroni di Civibank con i primi tre gradini occupati nell’ordine dal basso verso l’alto, da Denis Molinari, Rino Muradore e Denis Piceno.

Le foto sono di Antonello.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!