Juke in versione bi-fuel

19 Novembre 2012

Nissan Italia ha annunciato il lancio della nuova versione di Juke 1.6 16V con doppia alimentazione benzina-GPL prodotta specificamente per il mercato italiano, le cui più recenti evoluzioni indicano chiaramente una crescita di rilievo dei volumi delle motorizzazioni Metano e GPL. Tutti gli indicatori del settore danno tale tendenza in ulteriore consolidamento nel 2013. Nissan, da sempre attenta osservatrice del mercato e delle esigenze dei potenziali clienti, compie, con il lancio di Juke GPL, un importante passo verso la realizzazione di una gamma che già include i propri modelli di maggior volume, come Qashqai e Micra. L’impianto è stato sviluppato e prodotto in collaborazione con la società BRC Gas Equipment. Il motore è stato specificatamente sviluppato e testato per garantire gli elevati standard di qualità e affidabilità di Nissan anche nel funzionamento con impianto bi-fuel.

Il sistema elettronico di controllo dell’impianto GPL è completamente integrato con il sistema principale del veicolo, incluse le funzioni di diagnostica. Tale integrazione assicura un costante e continuo controllo di tutti i principali paramentri di funzionamento dell’impianto GPL, garantendo pertanto le migliori condizioni di funzionamento del veicolo in ogni situazione di marcia. Il serbatoio da 58 litri, grazie alla sua forma toroidale, è posizionato nel bagagliaio nello spazio riservato alla ruota di scorta. Il passaggio dall’alimentazione benzina a quella GPL avviene attraverso un commutatore posizionato sul cruscotto alla sinistra del volante, al di sopra del pulsante di inserimento/disinserimento ESP. Azionando il pulsante è possibile comandare l’azionamento dell’impianto GPL in marcia o da fermo. Se il motore viene spento quando è alimentato a benzina, all’avviamento successivo si accenderà con la medesima alimentazione, mentre se viene spento con alimentazione a GPL l’accensione successiva avverrà inizialmente a benzina e successivamente passerà a GPL. Il serbatoio GPL della Juke può essere riempito fino al massimo dell’80% della sua capacità e contenere 46,4 litri. Considerando il consumo medio nel ciclo combinato di 7,8 l/100 km, garantirà un’autonomia a GPL di circa 600 km. Al volante di un Juke GPL si potranno percorrere circa 1.300 km (ciclo combinato) senza mai fermarsi riempiendo entrambi i serbatoi (benzina e GPL).

Come tutte le vetture Nissan, Juke GPL godrà della garanzia ufficiale di 3 anni o 100.000 km. L’intervallo di manutenzione previsto è quello della corrispondente versione benzina (30.000 km/12 mesi) senza alcun tagliando intermedio. Sono previsti pochi controlli specifici a componenti dell’impianto GPL (serraggio delle tubazioni) e la sostituzione dei filtri GPL. La versione di lancio della Juke GPL è la Eco Acenta. Il differenziale di prezzo verso una equivalente versione a benzina di pari allestimento è a 2.000 euro. I prezzi chiavi in mano: 20.900 Base; 21.700 Base + Connect; 22.150 Base + Connect + Sport Pack. Nel corso del 2013 la gamma GPL si completerà con l’introduzione della versione Eco Visia. Per la fase di lancio, Nissan Italia ha previsto un’offerta pari a 2.000 euro di sconto per il cliente, che consente di fatto di annullare il differenziale di prezzo fra il GPL e il benzina. Cumulando tale offerta con le attuali promozioni previste sulla gamma Juke, il vantaggio complessivo per il cliente può arrivare fino a 3.600 euro. La promozione sarà valida fino al prossimo 31 Dicembre 2012.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!