Ford entra nel gaming creando i team Fordzilla

25 Agosto 2019

COLONIA. Ogni giorno, in tutto il mondo, milioni di persone si mettono “virtualmente” al volante di una Ford e si divertono a competere uno con l’altro, sentendosi parte di una vera e propria comunità online. Oggi, l’Ovale Blu è alla ricerca dei migliori piloti virtuali per formare le sue prime squadre esports. A partire da questa edizione di Gamescom in Germania, l’evento leader in Europa sulla cultura del gaming, Ford recluterà squadre nazionali nella formazione che prende il nome di Fordzilla in Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito. Inoltre, verrà creato anche un team europeo composto dai top-player più famosi di ciascuno di questi paesi.

“Noi di Ford abbiamo un pedigree da corsa che gli altri ci possono solo invidiare. Ora è il momento di prendere quel know-how e applicarlo al mondo degli esports – catturando l’immaginazione di una nuova generazione di piloti virtuali e ispirandoli a competere su uno dei nostri veicoli Ford Performance”, ha dichiarato Roelant de Waard, vice president, Marketing Sales & Service, Ford of Europe. Nel 2019, il mercato globale degli esports dovrebbe generare ricavi per 1,1 miliardi di dollari, con un incremento del 26,7% rispetto all’anno precedente; il pubblico raggiungerà i 453,8 milioni di persone, di cui 201,2 milioni appassionati di esports e 252,6 milioni di spettatori occasionali. Contrariamente allo stereotipo più conosciuto, il giocatore medio ha circa trent’anni.

Ford rivolge sempre più la sua attenzione alle sinergie esistenti tra il mondo del gaming e quello della mobilità, e come insieme potrebbero cambiare il modo in cui ci spostiamo, da pendolari, da passeggeri in veicoli autonomi o semplicemente per provare il brivido della prestazione. “La distinzione tra mondo reale e virtuale è davvero sottile. Il gioco è ormai parte integrante della cultura di massa. Molti dei più grandi gamer sfidano piloti professionisti nella vita reale, e tante delle nostre attività quotidiane sono ormai ‘gamificate’: dall’utilizzo di app per il fitness alla raccolta di punti fedeltà”, ha dichiarato Amko Leenarts, director, Design, Ford of Europe. “Sfruttare la passione e l’esperienza della comunità gaming aiuterà a far evolvere il nostro modo di pensare sulla mobilità del futuro – qualcosa per cui siamo tutti impegnati e davvero molto entusiasti”.

Nel 2017, Ford è stata la prima casa automobilistica ad avere uno stand a Gamescom, evento che vanta più di 1.000 espositori e che attira centinaia di migliaia di visitatori ogni edizione. L’anno scorso, l’Ovale Blu è stato il primo brand in assoluto a presentare un veicolo in fiera, rivelando l’identità del nuovo Ford Ranger Raptor, la versione performance del pick-up più venduto in Europa. Tra i vari giochi con cui si cimenteranno i team Fordzilla, si conta il pluripremiato Forza Motorsport 7, sviluppato dalla casa produttrice Turn 10 Studios, interna a Microsoft Game Studios. Il franchise di Forza è il più venduto di questa generazione di console, e riunisce una delle più grandi comunità di racing a livello internazionale. Ogni mese milioni di persone in tutto il mondo si sfidano ad uno dei giochi Forza, e circa un milione di queste sceglie di guidare un veicolo Ford.

“Siamo lieti di constatare che Forza Motorsport sia la scelta di grandi marchi come Ford per lanciare iniziative nel mondo esports”, ha dichiarato Justin Osmer, Sr. Manager of Partnership Development at Turn 10 Studios, creatore di Forza Motorsport. “Con milioni di fan che giocano a Forza, abbiamo registrato una crescita significativa nel numero di persone che scelgono di competere, o semplicemente assistere alle gare negli esports ed è bello vedere un partner accreditato come Ford Motor Company offrire sempre più opportunità per partecipare”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!