Enduro: ottimo terzo posto di Macoritto all’esordio europeo

18 Aprile 2015

SAN DANIELE. Ottimo esordio di Lorenzo Macoritto, nella prima prova del Campionato Europeo di Enduro svoltasi a Rieti. Il sedicenne pilota di San Daniele, all’esordio nella classe 125 Under 20 del massimo campionato continentale, centra con grande determinazione la terza posizione del podio, in sella a una Ktm, preceduto dal compagno di squadra Mirko Spandre e dal britannico Lee Sealy. Un esordio internazionale in una due giorni impegnativa, iniziata con il settimo posto nella prima gara di rodaggio del sabato. Tre i giri affrontati con grande concentrazione dal giovane pilota friulano in entrambe le giornate della competizione, all’interno dei quali erano predisposte tre prove speciali. La prima in linea, di circa tre minuti, si è sviluppata nel sottobosco laziale, mentre la seconda ha riservato diverse difficoltà a causa dei canali profondi formati durante i vari passaggi degli atleti.

macoritto 2015Lorenzo Macoritto, uno dei più promettenti piloti del panorama enduristico nazionale, dopo la conquista di diversi titoli italiani nel minienduro, si è subito trovato a suo agio nel passaggio all’enduro, dando subito del filo da torcere a piloti più esperti e blasonati in campo internazionale. Macoritto è stato selezionato per fare parte del Team Italia, importante progetto fortemente voluto dal presidente di Federmoto Paolo Sesti, con l’obiettivo della crescita umana e tecnica dei migliori piloti azzurri, seguiti direttamente dai tecnici Federali Cristian Rossi e Mario Rinaldi ex campione del Mondo, con l’ausilio di Simone Albergoni, per diversi anni pilota di punta dell’enduro azzurro, che aiuterà Lorenzo con consigli e segreti di un pilota d’esperienza. Oltre alle gare, gli atleti del Team azzurro, sono seguiti anche negli allenamenti con degli stage programmati.

La stagione di Lorenzo continuerà, con gli appuntamenti del Campionato Europeo ed una serie di importanti gare a livello nazionale, sempre alla ricerca di importanti risultati come dimostrato nella gara laziale, difendendo i prestigiosi colori del Team Italia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!